fbpx
Caricamento

Type to search

Como Lecco Monza e Brianza Notizie Locali Lombardia Top

Brianza: i pronto soccorso pediatrici in tilt

Vittorio Fontanesi 20 Febbraio 2019
Social

Sul Giornale di Monza di ieri martedì 19 gennaio la disavventura di un genitore che ha voluto restare anonimo. La storia riguarda il Pronto Soccorso Pediatrico del San Gerardo, eccellenza del territorio ma purtroppo vittima di sovraffollamento e di scarsità del personale. Sabato scorso un codice rosso e uno giallo hanno portato l’unica pediatra di turno ad uscire e parlare coi numerosi genitori in attesa di una visita consigliandoli di cercare altrove in quanto impossibilitata a visitarli.

Anche noi di Tisostengo abbiamo raccolto storie simili in giro per la Brianza. In particolare due coppie di genitori giunte al pronto soccorso di Carate (ASST Vimercate) portando il proprio piccolo con febbre alta e bronchite in un caso e otite nell’altro che hanno dovuto essere trasportati altrove: un bimbo a Cantù (ASST Lariana) e l’altro a Merate (ASST Lecco), dopo essere stato “respinto” anche da altri nosocomi alcune settimane fa, nel momento di picco delle richieste di intervento.

Proprio a Carate ha appena riaperto la pediatria dopo ben 6 mesi di chiusura per scarsità di personale, anche se per ora a mezzo servizio. I letti si sono occupati in un attimo e il problema della carenza di posti e di personale è stato solo parzialmente risolto.

Sorge spontanea una domanda: se già così trovare assistenza risulta complicato, come potrebbe migliorare la situazione chiudendo i PS più piccoli nelle ore notturne? Purtroppo dal 2019 la Regione lo consente (qui gli ospedali), anche se per fortuna nessuna struttura ha ancora preventivato di farlo.

Per limitare i disagi vi consigliamo sempre, se vi è possibile, di scegliere il pronto soccorso sulla base delle persone in attesa (qui l’app fondamentale da avere sul proprio smartphone).

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu