fbpx
Caricamento

Type to search

Comunicazioni Medicina Top

Due premi alla dott.ssa Laura Velutti (Humanitas) per la terapia del dolore

Redazione 27 Novembre 2019
Social

Sono due i premi recentemente conferiti alla dottoressa Laura Velutti, oncologa dell’Unità Operativa di Oncologia Medica ed Ematologia in Humanitas, e alla sua équipe. La dottoressa si occupa di terapia di supporto e terapia antalgica nei pazienti oncologici in tutte le fasi della malattia e di assistenza domiciliare nell’ambito del servizio di Ospedalizzazione Domiciliare per Cure Palliative (ODCP). I premi raccontano un lavoro quotidiano, svolto presso la degenza della Oncologia, in consulenza presso gli altri reparti del Cancer Center presso il domicilio dei pazienti assistiti dal gruppo Cure simultanee e Terapia di Supporto.

Il Premio AIOM “Gestione del dolore nel paziente oncologico”

“Off-label drugs in home care: a non evidence-based established practice”, questo il titolo del poster sul tema del trattamento del dolore oncologico, terzo classificato e premiato nel corso del XVIII Congresso Nazionale AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica), svoltosi a Roma dal 28 al 30 ottobre scorsi.

Come ci spiega la dottoressa Velutti: “Il lavoro è una raccolta di dati clinici sulle terapie in infusione continua con miscele di farmaci. Si tratta di una revisione della nostra casistica da quando abbiamo avviato il servizio, ovvero da luglio 2010. Abbiamo considerato più di 500 pazienti, 250 dei quali circa sono stati trattati con terapia in infusione continua per più giorni utilizzando elastomeri, con accesso sottocutaneo o endovenoso. È stato un grande lavoro di squadra, in cui si è rivelato centrale  l’impegno del personale infermieristico”.

Il premio SICP Vittorio Ventafridda: “Il tempo delle cure palliative”

La Società Italiana Cure Palliative ha assegnato a Laura Velutti il terzo premio nell’ambito delle Comunicazioni orali, nel corso del XXIII Convegno nazionale tenutosi a Roma dal 16 al 19 novembre scorsi. Ci racconta la dottoressa: “In questo caso abbiamo presentato una analisi delle dinamiche tra operatori sanitari, paziente e caregivers (ovvero la rete di affetti del paziente) sulla consapevolezza della diagnosi e soprattutto della prognosi dei pazienti oncologici in fase avanzata”.

Per maggiori informazioni sul gruppo “Cure Simultanee e Terapie di Supporto” vi rimandiamo al pezzo presente sul sito Humanitas (basta cliccare qui).

Fonte: Humanitas

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia e a Torino

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu