fbpx
Caricamento

Type to search

Medicina Milano e Hinterland Notizie Locali Lombardia Top

San Donato, al via Involontaria: la web series sul volontariato giovanile

Redazione 5 Dicembre 2019
Social

Gruppo San Donato è partner con l’IRCCS Policlinico San Donato della nuova serie web “Involontaria”, sul volontariato giovanile, in partenza agli inizi di dicembre in collaborazione con Istituto Nazionale Tumori, MTV, Fondazione Cariplo, Officine Buone, Vidas e Radio Italia.

“Involontaria” è una serie in dieci puntate che racconta le avventure di Greta (Neva Leoni), una ragazza appassionata di musica che sta attraversando una fase un po’ confusa della sua vita. Greta entrerà in ospedale per risolvere una questione personale importante e si troverà involontariamente coinvolta in un progetto di volontariato musicale che le cambierà la vita.

Girata presso l’Istituto Nazionale dei Tumori, il Policlinico San Donato, Casa Sollievo Bimbi di Vidas e negli studi di Radio Italia a Cologno Monzese, la serie è realizzata con una produzione totalmente non profit ed è resa possibile grazie alla collaborazione tra Officine Buone e Fondazione Cariplo, già autori di “Involontario”, serie pilota vincitrice del titolo di migliore serie web del 2018 al Roma Web Fest. Si aggiungono tra i partner ENGIE Italia, Gruppo San Donato, Vidas e Radio ufficiale: Radio Italia solomusicaitaliana per un’operazione di marketing sociale innovativo.

Una dramedy che parla di volontariato, di sociale e di sostenibilità ambientale in maniera innovativa grazie a un cast di assoluto talento (tra i protagonisti Antonio Catania, Michela Giraud, Loris Fabiani, Francesco Meola, Carlo Bassetti, Giulia Briata, Francesco Cesa e Marco Guazzone) e grandi ospiti del panorama musicale e del mondo dello spettacolo.) Dalle partecipazioni (per molti di loro è la prima volta in una serie) di Levante, Coma Cose, Lodo Guenzi, Eugenio in Via di Gioia, Marco Maccarini, Federico Russo, Carlo Pastore, Melissa Marchetto, Herbert Ballerina, Ludovica Pagani, Debora Villa, Angelo Pisani, Giulia Penna, Virginio e Manola Moslehi ai protagonisti tutto è amalgamato in una storia avvincente che parte dalla comedy e termina con un finale di cuore. La sceneggiatura è di Pier Tamburini, la regia di Alessandro Guida.

Nella sua seconda edizione la serie tra i personaggi anche “Engie”: una ragazza pragmatica e preoccupata per i cambiamenti climatici, che attraverso esempi concreti promuove azioni volte al risparmio energetico e l’importanza di adottare stili di vita a zero emissioni CO2. Officine Buone, fondata da Ugo Vivone, è ideatrice della serie “Involontaria” e di Special Stage (talent musicale negli ospedali italiani che coinvolge 450 musicisti e 60 ospiti dello spettacolo italiano), si conferma una delle realtà creative più vivaci in Italia e lo fa mantenendo il suo assetto no profit totalmente fuori dagli schemi classici nei prodotti di intrattenimento di qualità.

La serie vuole innovare il modo di fare e comunicare il volontariato, al fine di renderlo come un’opportunità straordinaria per i giovani di divertirsi, crescere e allo stesso tempo essere utili al sociale. E’ ovviamente la musica indie la colonna sonora di “Involontaria” (la sigla della serie è firmata dagli Eugenio in Via di Gioia), così se l’indie è ormai riconosciuto come il nuovo pop, anche “Involontaria” vuole rubare spazio alle grandi produzioni “pop.” MTV (MTV, il brand di intrattenimento di Viacom Italia, azienda guidata dall’A.D Andrea Castellari) si conferma media partner ufficiale del progetto. Dopo il successo dello scorso anno, “Involontaria” sarà sempre online su mtv.it e sul canale Youtube dedicato e, a seguire, sarà anche in onda su MTV Italia (canale Sky 130 e in streaming su NOW TV). La comunicazione della serie avrà il supporto dei social media ufficiali di MTV Italia che vantano oltre 4 milioni di follower su Facebook, YouTube, Instragram e Twitter).

Giovanni Fosti, Presidente Fondazione Cariplo “Involontaria interpreta il desiderio di Fondazione Cariplo di accorciare le distanze col mondo dei giovani. Siamo di fronte ad una delegittimazione costante verso il Terzo Settore che non riesce ad intercettare i giovani secondo linguaggi e modalità moderne. La web serie, già lo scorso anno nella sua prima edizione, è stata uno strumento molto utile per rivolgersi in modo diverso ai ragazzi e avvicinarli a temi sociali di cui ci occupiamo. Siamo riusciti a raccontare l’impegno, il volontariato, la ricerca scientifica, le job opportunities e tanto altro con il sorriso. Involontaria, mette in primo piano l’impegno per gli altri ma, allo stesso tempo, valorizza il ruolo sociale della cultura anche attraverso i moderni testimonial che hanno messo a disposizione il loro talento per una buona causa. Fondazione Cariplo, realtà filantropica tra le più importanti a livello internazionale, rinfresca il suo linguaggio aprendosi al mondo dei giovani e degli youtubers mantenendo saldo il ruolo di innovatore sociale. Nei suoi 28 anni di attività, la Fondazione ha sostenuto 33 mila progetti per oltre 3 miliardi di euro.”.

Officine Buone è una organizzazione no profit che realizza format innovativi per promuovere il volontariato giovanile in ospedale. Presente in tutta Italia e a Londra, coinvolge centinaia di giovani artisti e ospiti importanti del mondo della musica e dello spettacolo. Ha ideato Special Stage, il talent musicale che porta giovani musicisti a suonare negli ospedali, diventata la più grande rassegna musicale italiana per numero di date, città e artisti coinvolti.

Fondazione Cariplo è impegnata nel sostegno e nella promozione di progetti di utilità sociale legati al settore dell’ arte e cultura, dell’ ambiente, dei servizi alla persona e della ricerca scientifica. Ogni anno vengono realizzati più di 1000 progetti per un valore di circa 150 milioni di euro a stagione. Fondazione Cariplo ha lanciato 4 programmi intersettoriali che portano in sé i valori fondamentali della filantropia di Cariplo: innovazione, attenzione alle categorie sociali svantaggiate, opportunità per i giovani, welfare per tutti. Questi 4 programmi ad alto impatto sociale sono: Cariplo Factory, AttivAree, Lacittàintorno, Cariplo Social Innovation. Non un semplice mecenate, ma il motore di idee. Ulteriori informazioni sul sito www.fondazionecariplo.it.

Fonte: www.grupposandonato.it

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia e a Torino

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu