fbpx
Caricamento

Type to search

Comunicazioni Top

Pellet cancerogeno – maxi sequestro tra Lombardia, Piemonte e Veneto

Carlo Sighirleghi 11 Settembre 2018
Social

Nei giorni scorsi la Guardia di Finanza ha sequestrato nel nord Italia ben 240 mila chili di pellet: circa 16 mila dei classici sacchi da 15 chili. La motivazione è presto detta: le massicce percentuali di collanti e di formaldeide (sostanza cancerogena) scoperte dagli esiti dei campionamenti all’interno della merce.

Dopo aver proceduto ad un primo sequestro nel biellese, i militari sono riusciti a individuare il canale da cui questo materiale veniva importato prima di essere appunto rivenduto in Italia e hanno proceduto al sequestro integrale e alla denuncia dei tre titolari delle aziende coinvolte, una per regione.

Due i reati contestati: immissione sul mercato di prodotti pericolosi per la salute e concorrenza sleale (frode in commercio), in quanto i materiali utilizzati erano di gran lunga più economici di quelli richiesti per legge e consentivano un ricarico maggiore rispetto ai concorrenti.

La regolamentazione nel commercio del pellet a livello nazionale è ancora molto carente, basti pensare che non vi è alcun obbligo di certificarne la qualità. Consigliamo di acquistare sempre prodotti sottoposti a certificazioni.

Per più informazioni sulla qualità del pellet rimandiamo alla nostra semplice guida che vi consentirà di scegliere sempre prodotti certificati.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu