fbpx



Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Comunicazioni Notizie Locali Lazio Notizie Locali Lombardia Notizie Locali Piemonte

Scuola, le nuove regole per la quarantena

blank
Redazione 5 Novembre 2021
blank

Il Ministero della Salute ha pubblicato la circolare ministeriale contenente le nuove regole per la quarantena a scuola (sia per studenti che docenti) in caso di studenti positivi al covid19. Vediamo quali sono le novità.

Covid a scuola: nuove regole per la quarantena

Secondo le nuove norme non si passerà alla DAD con 1 solo positivo in classe, mentre si attuerà una quarantena selettiva, a seconda se si sia vaccinati o meno, se i casi in classe fossero 2.

La quarantena per l’intera classe scatterà da 3 casi di positività in sù, sia tra gli alunni che tra i docenti: una stretta collaborazione tra il Dipartimento di prevenzione (Ddp), le Asl e i dirigenti scolastici sarà fondamentale in modo da poter intervenire in prima linea in caso di urgenza.

“Nel caso in cui le autorità sanitarie siano impossibilitate ad intervenire tempestivamente”, si legge, “Il dirigente scolastico venuto a conoscenza di un caso confermato nella propria scuola è da considerarsi quindi autorizzato, in via eccezionale ed urgente, a sospendere temporaneamente le attività didattiche in presenza nella classe/sezione/gruppo”.

Cosa succede con un caso positivo in classe

I compagni dello studente (o del docente) positivo devono fare il ‘Tampone 0′ (T0). Possono rientrare in classe se il risultato è negativo, ma dopo altri cinque giorni dovranno sottoporsi ad un altro test. Per i docenti che hanno svolto attività in presenza nella classe dell’alunno positivo i casi sono due: se sono vaccinati dovranno effettuare il test e potranno restare a scuola, qualora non lo fossero dovranno entrare in quarantena per 10 giorni anche se il primo test è negativo. Rientro a seguito di nuovo tampone negativo.

Se in classe ci sono due casi

Nel caso in cui ci fossero due casi di positività in classe, gli alunni vaccinati o negativizzati negli ultimi 6 mesi effettueranno la sorveglianza con i due test, a zero e cinque giorni. Gli studenti non vaccinati invece entreranno in quarantena 10 giorni anche se negativi al primo esame. Per i docenti si procede allo stesso modo (come già succedeva per un solo caso). Alle elementari e in prima media, frequentate da under 12, vanno tutti a casa 10 giorni.

Con tre casi scatta la Dad

Nell’eventualità di 3 positività in classa, alunni e docenti che hanno svolto attività in presenza, dopo aver fatto il primo tampone, anche se negativo, vanno in quarantena. L’isolamento dura 7 giorni per i vaccinati e 10 per i non vaccinati.

Asili nido e infanzia: quando scatta la quarantena?

Per asili nido e infanzia infatti la quarantena scatta subito, anche con un solo caso positivo, e per tutti. I bambini potranno rientrare dopo 10 giorni con l’esito negativo di un tampone.

Educatori, operatori scolastici e insegnanti vaccinati possono rientrare dopo 7 giorni se vaccinati.

Se dovesse capitare un caso tra educatori e insegnanti, e l’attività è stata svolta in compresenza, i colleghi:

  • se guariti dal Covid nei 6 mesi precedenti o vaccinati dovranno sottoporsi a due tamponi, subito e dopo 5 giorni. Con il tampone negativo possono continuare l’attività in presenza;
  • i non vaccinati o i negativizzati da più di 6 mesi entreranno in quarantena per 10 giorni e potranno rientrare solo con test negativo.

Se i casi tra gli educatori fossero due la quarantena scatta per tutti.

Fonte: Ministero della Salute

Tags: