fbpx
Caricamento

Type to search

Comunicazioni Medicina

Vaccini e scuole: il 10 marzo dentro o fuori

Redazione 12 Febbraio 2018
Social

La scadenza del 10 marzo è in vigore per chi ha presentato autocertificazione e non ha ancora consegnato l’intera documentazione vaccinale del minore.

Quello che leggi ti interessa? Regala un like alla nostra pagina facebook e resta sempre informato sulle novità in Lombardia.

Per sapere quali vaccinazioni sono obbligatorie e quali soltanto raccomandate clicca qui.

Questa la documentazione necessaria:

A) per i minori da 0 a 16 anni, in linea con quanto richiesto dagli obblighi vaccinali, è necessario presentare uno dei seguenti documenti:

– copia del libretto delle vaccinazioni correttamente vidimato dal competente servizio vaccinale;
– certificato vaccinale;
– attestazione di esonero definitivo/prolungato nel tempo, rilasciata dal centro vaccinale sulla base del recepimento della sussistenza di condizioni cliniche che controindicano la vaccinazione certificata da parte del medico di medicina generale o del pediatra di famiglia
– attestazione di avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale rilasciata dal Medico di Medicina generale o dal Pediatra di Libera scelta

B) per i minori da 0 a 16 anni non in linea con quanto richiesto dagli obblighi vaccinali, al fine di attestare l’intenzione del genitore/tutore a vaccinare il minore occorre avere inviato al centro vaccinale la richiesta di essere vaccinato nel rispetto del calendario delle vaccinazioni obbligatorie e avere fissato un appuntamento, portando copia della avvenuta prenotazione.

In una recente intervista a Il Sole 24 Ore, il Ministro Lorenzin ha ribadito che non ci saranno proroghe: per i bambini da zero a sei anni rimane la pena dell’inammissibilità a scuola. Se però i bambini hanno già un appuntamento prenotato per eseguire la vaccinazione dopo il 10 marzo, basterà presentare una copia della prenotazione.
Per quanto riguarda invece i genitori con figli iscritti alle scuole dell’obbligo che hanno deciso di non vaccinare i propri figli, scatterà la sanzione pecuniaria tra 100 e 500 euro.

Fonti: sole24ore, ATS Brianza, ATS Milano città Metropolitana

Tags:

1 Comments

  1. Ciao, questo è un commento.
    Per iniziare a moderare, modificare ed eliminare commenti, visita la schermata commenti nella bacheca.
    Gli avatar di chi lascia un commento sono forniti da Gravatar.

Menu