fbpx



Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Comunicazioni Medicina Notizie Locali Lazio Notizie Locali Lombardia Notizie Locali Piemonte

Pillola anti-covid Merck: cos’è e chi la può assumere

blank
Redazione 5 Gennaio 2022
blank

Da oggi sarà disponibile in Italia la pillola anti-covid Merck: approvato dall’AIFA, il farmaco verrà distribuito alle Regioni dalla struttura commissariale.

Cos’è la pillola anti Covid Merck

Il principio attivo del farmaco è Molnupiravir o Lagevrio (il nome commerciale) ed è sviluppato dalla Emory University di Atlanta. Esso agisce contro la polimerasi, un enzima che i virus solitamente utilizzano per replicarsi, provocando errori nel processo di replicazione del virus. Secondo gli studi della Merck l’assunzione di questo farmaco, in pazienti adulti a rischio con Covid lieve o moderato, riduce il rischio di ospedalizzazione e di morte del 30 per cento.

Per la sua prescrizione è previsto l’utilizzo di un Registro di monitoraggio che sarà accessibile online sul sito dell’AIFA. Si tratta di un antivirale orale il cui utilizzo è indicato entro 5 giorni dall’insorgenza dei sintomi. La durata del trattamento, che consiste nell’assunzione di 4 compresse (da 200 mg) due volte al giorno, è di 5 giorni.

Le prime somministrazioni allo Spallanzani di Roma

Oggi allo Spallanzani è iniziata la somministrazione dell’antivirale per via orale Molnupiravir. Le prime due pazienti sono una donna di 91 anni cardiopatica e diabetica e una donna di 72 anni cardiopatica, immunodepressa. Entrambe hanno sintomi lievi agli esordi”. Lo ha annunciato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, dopo la videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l’ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Chi può prendere il farmaco

L’uso è suggerito per i soggetti ad alto rischio. Sono esclusi per il momento gli under 18 e le donne in gravidanza o in allattamento.

Federfarma, distribuzione antivirale sia anche nelle farmacie

Le farmacie sono pronte a distribuire anche attraverso il proprio canale la pillola antivirale Merck. Lo sottolinea Roberto Tobia, segretario nazionale di Federfarma.

“Gli antivirali – ha comunicato Tobia all’ANSA- sono una nuova frontiera che ci permetterà probabilmente di curare in maniera efficace il Covid anche al domicilio del paziente date determinate condizioni. Ad oggi non è prevista la distribuzione attraverso le farmacie ma esclusivamente attraverso le strutture ospedaliere e le farmacie ospedaliere. Ma è chiaro che guardando al futuro, in un momento in cui come quello attuale è necessario limitare gli spostamenti dei pazienti per la pandemia e soprattutto è necessario limitare l’afflusso presso gli ospedali – evidenzia – bisognerà che questi farmaci transitino anche dalle farmacie con i meccanismi della distribuzione per conto, che permette notevoli risparmi sociali e facilita i pazienti”.

“Non sempre il cittadino vive vicino ad un ospedale e ci sono casi in cui i pazienti devono fare anche 100 chilometri per arrivare alla farmacia ospedaliera più vicina. Poter invece trovare il farmaco nella farmacia sotto casa faciliterebbe molto”. Al momento, “non c’è un accordo in tal senso ma è una richiesta che noi come farmacie porteremo avanti nel prossimo futuro. La distribuzione è comunque appena cominciata”.

Fonte: AIFA

Tags: