Caricamento

Type to search

Bergamo Medicina Notizie Locali

Ospedale Papa Giovanni XXIII, un milione di pazienti all’anno

Amministratore 21 novembre 2018
Social

L’Ospedale Papa Giovanni XXIIItra i più grandi ospedali italiani e ospita tutte le specialità cliniche: attivo dal dicembre 2012, è un ospedale moderno e ad alto tasso di tecnologia, realizzato per massimizzare il benessere di malati e operatori.
Ogni anno sono infatti 1 milione le persone che accedono agli ambulatori per visite ed esami, 100 mila quelle che accedono al Pronto Soccorso, 45 mila quelle che vengono ricoverate, 37 mila quelle che subiscono un intervento chirurgico, 4 mila le donne che danno alla luce i loro bambini e 300 i pazienti che ricevono un trapianto. L’approccio clinico tende alla presa in carico globale dei bisogni dei pazienti, anche attraverso un servizio di assistenza psicologica trasversale in tutti i reparti, un servizio di mediazione culturale per tutte le etnie e la presenza in corsia di volontari che sostengono i pazienti e i loro familiari con varie attività, anche ludiche e formative.

Da due anni è attiva anche la Biobanca, una sorta di grande archivio o deposito in cui, grazie a sofisticate attrezzature, vengono raccolti, catalogati e conservati campioni biologici umani provenienti sia da soggetti sani sia da pazienti affetti da malattia oltre che tessuti umani a scopo di trapianto.

Prestigioso è il patrimonio artistico che l’azienda ospedaliera custodisce, costituito da importanti opere di artisti contemporanei che hanno scelto il Papa Giovanni per esporre i loro lavori: opere che simbolicamente abbracciano le 10 mila persone che ogni giorno transitano per l’Ospedale di Bergamo, compresi i 4 mila operatori che al Papa Giovanni lavorano: medici, infermieri e personale tecnico, che offrono ogni giorno, ogni ora, assistenza globale e polispecialistica di alto livello ad adulti, bambini e anziani affetti da ogni patologia.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu