Caricamento

Type to search

Brescia Medicina Notizie Locali Top

Laser di ultima generazione per patologie delle mucose orali

Amministratore 12 novembre 2018
Social

“Grazie alla generosità del Soroptimist International Club di Iseo, ed alla sua Presidente Dr.ssa Maria Grazia Adorno, da sempre sensibile al mondo della medicina – ricorda Ezio Belleri, Direttore Generale dell’ASST Spedali Civili di Brescia – la Struttura “Patologia delle Mucose Orali” dell’ASST Spedali Civili di Brescia, diretta dalla Prof.ssa Alessandra Majorana, è oggi dotata di un Laser di ultima generazione, che verrà utilizzato soprattutto come trattamento coadiuvante per alleviare i disagi delle mucositi e delle patologie del cavo orale conseguenti alla terapia antitumorale, oltre che come trattamento preventivo”.

“Al nostro Ospedale – continua il Dr. Belleri – confluiscono molti pazienti in terapia oncologica provenienti dalla Vallecamonica, Sebino e Franciacorta, territorio di pertinenza del SOROPTIMIST di Iseo, ma le prestazioni che vengono erogate dalla nostra Struttura soddisfano richieste non solo del territorio bresciano, ma anche da parte di altre realtà sanitarie pubbliche e private della nostra Regione e di Regioni vicine. Ricordiamo che sul territorio nazionale sono pochi i centri che possono avvalersi di strutture specialistiche dedicate alla diagnosi e terapia di queste patologie, offrendo agli utenti opportunità e scelta di prestazioni innovative, grazie a nuove tecnologie terapeutiche di ultima generazione.”
La Unità di Patologia delle mucose orali si occupa della gestione dei pazienti con patologie delle mucose con possibilità di trasformazione maligna, e delle molteplici complicanze orali del bambino a rischio e con gravi fragilità, che richiedono competenze specialistiche e continui aggiornamenti, in linea con i più moderni indirizzi, che fanno di questa Struttura, all’interno della Azienda, un centro di riferimento altamente qualificato.

Il denominatore comune del tipo delle prestazioni erogate si caratterizza per:
– fragilità del paziente trattato (precancerosi, malattie rare, età evolutiva, trattamenti oncologici)
– complessità dei casi clinici (richiesta di alta formazione e specializzazione, necessità di gestione interdisciplinare con percorsi diagnostici di II livello programmati)
– impiego di presidi terapeutici innovativi
– gestione a lungo termine dei pazienti in follow-up

L’obiettivo di soddisfare le nuove e diverse esigenze legate alle problematiche orali del bambino e dell’adulto in terapia anticancro e le patologie precancerose delle mucose orali dell’adulto, secondo i più moderni indirizzi ed in linea con le sollecitazioni poste dalla società, necessita di una attenta e progettata organizzazione dei processi di assistenza da offrire a questo tipo di paziente. Infatti, la patologia delle mucose orali richiede una tempestiva diagnosi ed una mirata terapia delle lesioni.
Sono soprattutto le Mucositi, terribili complicanze della chemio/radio terapia per patologie emato oncologiche o tumori solidi, e del trapianto di cellule staminali, che trovano un evidente ed immediato beneficio dell’utilizzo dalla fotobiostimolazione laser.
Esperienze recenti hanno poi confermato come l’impiego del laser possa significativamente contribuire a migliorare il decorso terapeutico nei pazienti in chemioterapia anche quando utilizzato a scopo di prevenzione.
L’Unità di Patologia delle Mucose Orali in collaborazione con i Reparti di Oncologia sia pediatrica che adulti, ha una vasta casistica di effetti positivi per biostimolazione da laser sulle mucosità radio indotte e chemio indotte, oltre che in pazienti immunocompromessi.
Il Laser Raffaello Bio, di recente acquisizione, è un laser a diodi a 808 o 980 Nanometri, ed emette lunghezze d’onda a 645 Nanometri singolarmente o in combinazione, aumentando così i campi di applicazione. E’ dotato di un software in grado di calcolare automaticamente tempi e fluenza di biostimolazione. E’ uno strumento sicuro, ergonomico ed estremamente efficace non solo sui tessuti duri, ma anche sui tessuti molli del cavo orale.
“Questo laser sarà uno strumento che migliorerà lo stato di salute di tante donne, ragazze, bambine alle quali regaleremo un possibile sollievo e benessere”, dichiara con soddisfazione la Dr.ssa Adorno, Presidente del SOROPTIMIST di Iseo.
A lei, a tutte le Socie e alla Dr.ssa Majorana, che si è occupata dei passaggi ‘tecnici’ nella selezione del dispositivo laser a diodi, assumendosi l’incarico dell’utilizzo dello stesso, il più sentito ringraziamento ed apprezzamento da parte della Azienda.

Fonte: Comunicato ASST Spedali Civili

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu