Caricamento

Type to search

Cremona Medicina Notizie Locali

Il Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York sceglie la ASST Cremona

Amministratore 27 novembre 2018
Social

Di Camillo Rossi
Direttore Generale ASST di Cremona

Per l’ASST di Cremona e per la Sanità Lombarda, l’accordo con Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York – reso possibile grazie alla partecipazione dell’Università di Trieste – è motivo d’orgoglio e soddisfazione. In medicina l’autoreferenzialità non è la “cura”, non equivale a sicurezza, non significa prepararsi al futuro. Questa è la dimensione in cui è nato il progetto MOZART, quale testimonianza di un lavoro intenso di relazioni professionali, svolto dal 2016 ad oggi.

Creare le condizioni indispensabili per la crescita professionale e culturale degli operatori sanitari in ambito oncologico; sviluppare il potenziale diagnostico-terapeutico di un territorio, quello Cremonese, per sua natura definitivo periferico, sono stati gli obiettivi propulsori che hanno favorito l’arrivo della meta.

Una meta raggiunta grazie ad una precisa considerazione di partenza: il vissuto prevalente del malato oncologico è la sensazione di dover combattere una battaglia da solo. Questo accade perché la malattia investe la persona; la costringe a rivedere le priorità, a fare i conti con gli aspetti più profondi dell’essere e dell’esistenza. La sensazione di combattere da soli è spesso aggravata dalla percezione di isolamento rispetto al difficile e lungo percorso di cura da intraprendere. Ecco che progetti come MOzART divengono importanti per far sentire le persone malate meno sole; per farle sentire accolte e inserite in un contesto collaborante che offre loro prospettive di cura concrete e percorribili.

Anche se l’intento a lungo termine è quello che MOzART possa aprirsi a tutte le specialità oncologiche, questa prima fase vedrà il coinvolgimento diretto dell’Area Donna dell’Ospedale di Cremona (senologia e ginecologia). Non è un caso. Dalla salute della donna dipende spesso l’organizzazione della famiglia e quindi della società. Per questo servono punti di riferimento solidi per la corretta gestione delle patologie oncologiche connesse al genere femminile.

Nella realtà cremonese MOzART non è un progetto isolato. Anzi. Arriva dopo una serie di accordi e collaborazione che vedono al fianco dell’ASST di Cremona i centri oncologici più importanti, quali Università di Trieste, Università del Sacro Cuore di Roma, Oxford University, MD Anderson Cancer Center di Houston, University of Melbourne. Accordi tesi a promuovere, sviluppare e consolidare opportunità di collaborazione multidisciplinare; condividere progetti di ricerca e formazione; ampliare le possibilità di interazione rispetto alle attività clinico-assistenziali. Tradotto in pratica significa permettere alle pazienti che si rivolgono a noi di accedere a una second opinion o a valutazioni specialistiche ulteriori e di alto profilo senza muoversi da casa, con la garanzia di altissima professionalità data dallo scambio esperienziale fra diversi specialisti.

MOzART rappresenta, inoltre, un ulteriore passo in avanti per il consolidamento della presenza di ASST di Cremona all’interno della Rete Oncologica Lombarda, anche in previsione del futuro sviluppo del Cancer Center; progetto in itinere che sta prendendo forma attraverso azioni sempre più concrete tese a ridisegnare un’intera area dell’Ospedale di Cremona (4° piano) attraverso l’accorpamento in un percorso unico di prevenzione, diagnosi e cura delle specialità oncologiche presenti in azienda”.
Ringrazio in primo luogo Regione Lombardia che ci sostiene e percorre al nostro fianco la strada intrapresa. Ringrazio i Rettori i Professori degli Atenei Italiani e internazionali che collaborano con noi. Tutti gli operatori sanitari dell’Area Oncologica dell’ASST di Cremona; in particolare ringrazio il Professor Daniele Generali, autentico artefice di questo intenso programma di accordi e collaborazione di cui Mozart è il felice epilogo. Grazie all’American Chamber of Commerce in Italy per aver compreso il valore dell’iniziativa e averla sostenuta con convinzione.

Fonte: comunicato ASST Cremona

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia

 

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu