fbpx



Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Approfondimenti Comunicazioni Medicina

Giornata Mondiale dello Stomizzato, le più belle storie dei pazienti con stomia

blank
Redazione 1 Ottobre 2021
blank

In occasione della Giornata Mondiale dello Stomizzato, che si celebra domani sabato 2 ottobre, ConvaTec (multinazionale produttrice di dispositivi medici per la gestione della stomia, delle lesioni cutanee e dell’incontinenza) annuncia le più belle storie di pazienti selezionate per l’edizione 2021 del programma “Great Comebacks”.
Segue comunicato stampa.

La premiazione delle due più belle storie del 2021 avverrà durante un evento che si terrà il prossimo 25 novembre e vedrà la partecipazione straordinaria di Martina Caironi, atleta paralimpica vincitrice di due argenti ai recenti Giochi di Tokyo

ConvaTec – multinazionale produttrice di dispositivi medici per la gestione della stomia, delle lesioni cutanee e dell’incontinenza – ha scelto di celebrare la Giornata Mondiale dello Stomizzato, che quest’anno cade sabato 2 ottobre, annunciando le due storie di pazienti che si sono distinte tra le molte inviate per l’edizione italiana 2021 del programma internazionale dell’azienda Great Comebacks™ e che saranno presentate e raccontate nel corso di un evento organizzato dall’azienda per il prossimo 25 novembre.

Carlo Grinza e la sua stomaterapista Maria Friio della ASL TO5 Ospedale San Lorenzo di Carmagnola e Maurizio Grandi, con la stomaterapista Antonia Tarantino dell’Istituto Oncologico Europeo (IEO) di Milano, sono i protagonisti dell’edizione 2021 di Great Comebacks, la XIX dal suo avvio in Italia nel 2002 (foto a questo link).

Le loro storie di ritorno alla vita nonostante la stomia verranno raccontate direttamente dai protagonisti in occasione dell’evento che si svolgerà il prossimo 25 novembre – in presenza a Milano e online su Facebook – con la partecipazione straordinaria di Martina Caironi, atleta paralimpica reduce dalle due grandiose medaglie conquistate ai recenti Giochi di Tokyo.

Perchè Martina Caironi? Perché la sua è una storia eccezionale di ritorno alla vita dopo una battuta d’arresto dovuta all’amputazione della gamba sinistra a seguito di un incidente di moto. Così come sono storie di speranza per tutti i pazienti stomizzati quelle che hanno vissuto e vivono tutti i giorni Carlo e Maurizio. Martina e i due protagonisti di Great Comebacks 2021 si confronteranno sul palco per raccontare a tutti che non bisogna arrendersi al destino.

Inoltre, proprio due atleti sono coloro che hanno fondato e promosso la nascita del programma Great Comebacks negli Stati Uniti. Avviato da Rolf Benirschke, giocatore di football che ha affrontato due interventi per il confezionamento di stomia e che ha poi proseguito la carriera agonistica per altri 7 anni, Great Comebacks ha poi trovato il suo ambasciatore in Rob Hill, alpinista stomizzato, che ha scalato le 7 cime più alte del mondo. 

Giornata Mondiale dello Stomizzato: la stomia, una realtà ancora troppo poco conosciuta e compresa

L’intento del programma internazionale Great Comebacks di ConvaTec è di celebrare i ritorni alla vita dopo l’intervento di stomia e di dare un contributo fattivo a un dibattito serio e costruttivo su un tema ancora caratterizzato da tabù e stereotipi. 

Della stomia, infatti, si parla poco, nonostante si stimi che interessi circa 6 milioni di persone nel mondo, delle quali 75.000 in Italia, dove si registrano circa 20.000 nuovi interventi l’anno.

“Gli stomizzati sono uomini e donne di ogni età. Molti sono anziani, ma una significativa percentuale è nella fascia 25-45 anni, con alcuni casi anche tra i giovanissimi”, ha spiegato Claudia Chinelli, Direttore Commerciale di ConvaTec Italia. “Si tende a guardare a loro come a pazienti. Ma la stomia non è una malattia, è una condizione con la quale si può condurre una vita del tutto normale, a patto che si riesca a gestirla al meglio”. 

La stomia è infatti un intervento chirurgico che comporta la rimozione di tutto o parte del colon, dell’ileo o della vescica e il posizionamento di una sacca per l’espletamento di funzioni fisiologiche che l’apparato digerente o urinario non è più in grado di svolgere in maniera naturale e autonoma a seguito di patologie oncologiche o di malattie infiammatorie croniche, come il Crohn o la colite ulcerosa.  

“La stomia  non è il problemacontinua  Claudia Chinelli, Direttore Commerciale di ConvaTec Italiama la soluzione. Il problema è semmai la scarsa informazione su questa condizione e sulla realtà quotidiana dei pazienti stomizzati. ConvaTec crede che i tabù si possano superare portando a conoscenza del maggior numero di persone belle storie di ritorno alla vita normale con protagonisti i pazienti stomizzati. Da qui l’iniziativa Great Comebacks e l’evento del prossimo 25 novembre”.

All’evento, tutti potranno conoscere Carlo Grinza e Maurizio Grandi e il percorso che hanno compiuto con l’aiuto delle loro stomaterapiste. 

In prossimità della data dell’evento, ConvaTec comunicherà agenda della giornata e link per collegarsi e seguirla su Facebook. 

Fonte: comunicato stampa ConvaTec

Tags: