fbpx
Caricamento

Type to search

Bergamo Brescia Como Comunicazioni Cremona Lecco Lodi Mantova Milano e Hinterland Monza e Brianza Notizie Locali Lombardia Pavia Sondrio e Valtellina Top Varese

Lombardia, approvato pacchetto aiuti: 167 mln di indennizzi

Redazione 20 Novembre 2020
Social

Regione Lombardia ha approvato lo stanziamento di 167 milioni di euro per finanziare il pacchetto di indennizzi per categorie, imprese, professionisti e lavoratori autonomi. I provvedimenti approvati dalla Giunta regionale il 17 novembre disegnano una architettura di aiuti integrati e complementari agli ultimi interventi emergenziali del Governo.

Un pacchetto di indennizzi per le imprese, lavoratori e categorie più fragili per un valore totale di 167 milioni di euro. Le nuove misure hanno lo scopo di integrare gli ultimi interventi emergenziali del Governo, con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno.

Questi interventi si affiancano alle misure già intraprese con il Piano Lombardia, attraverso il quale sono stati destinati 3,5 miliardi di euro per gli investimenti dando un nuovo impulso alla ripresa economica del territorio.

COME PRESENTARE LE DOMANDE

Le domande dovranno essere inoltrate attraverso il portale Bandi Online CLICCA QUI.
A chi non avesse già un profilo attivo, si consiglia di profilarsi in anticipo rispetto all’apertura delle finestre per la presentazione delle domande.

Scopri tutti i dettagli per presentare la domanda e consulta i singoli contributi.

Presentare la domanda 

Cosa occorre per profilarsi

Le domande per i singoli contributi dovranno essere presentate in modalità telematica, con firma digitale, su www.bandi.regione.lombardia.it

In alternativa alla firma digitale è possibile accedere con:

– SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), che consente di autenticarsi a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica Identità Digitale accedendo da pc, tablet e smartphone,

CLICCA QUI per sapere come attivare SPID

– CNS (Carta Nazionale dei Servizi), che si può utilizzare avendo a disposizione un lettore di smartcard e il codice PIN associato alla carta.

Per la misura “SI! Lombardia – Sostegno Impresa Lombardia”, al fine di evitare il sovraccarico della piattaforma e ritardi nella presentazione e gestione delle domande suggeriamo – a chi non avesse già un profilo attivo – di profilarsi prima dell’apertura delle finestre per la presentazione delle domande di contributo. Si suggerisce inoltre di verificare con estrema cura, insieme alla propria filiale di credito, le coordinate IBAN corrette da inserire nella domanda per consentire l’effettivo accredito del contributo entro fine dicembre. In caso di errore nella compilazione dell’IBAN non sarà possibile effettuare alcuna correzione e pertanto la domanda risulterà invalida. 
I titolari di Partita IVA individuale non iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio potranno presentare la domanda a partire da Gennaio 2021, secondo le modalità che verranno rese note in seguito.

Per profilarsi occorre:

– registrarsi per avere le credenziali di accesso,
– inserire i dati personali richiesti,
– attendere la validazione.

Si precisa che per chi utilizzerà SPID o CNS/CRS per presentare la domanda, non saranno necessarie verifiche in backoffice e quindi il profilo sarà validato in automatico. Per chi si registrerà e profilerà tramite userID e password, caricando i documenti richiesti, sono invece previste delle attività di verifica.

La verifica dell’aggiornamento e della correttezza dei dati forniti nel profilo è ad esclusiva cura e responsabilità di ciascun soggetto richiedente.

Nel caso foste già registrati è necessario verificare la correttezza delle seguenti informazioni:

– Data inizio attività
– Data costituzione
– Descrizione codice Ateco primario
– Codice fiscale del legale rappresentante
– Cognome del legale rappresentante
– Nome del legale rappresentante legale
– Natura giuridica
– Partita IVA.

Per la presentazione della domanda è necessario indicare correttamente il codice IBAN su cui Regione effettuerà il bonifico.

Indennizzi per le imprese 

SI! Lombardia

I provvedimenti deliberati con “Si! Lombardia – Sostegno Impresa Lombardia” sono rivolti alle micro imprese (fino a 10 dipendenti e 2 milioni di euro di fatturato) e ai lavoratori autonomi, con partita IVA individuale non iscritti al Registro delle imprese, appartenenti alle filiere produttive che più risentono delle restrizioni imposte per contenere la diffusione del virus Covid-19.
Per queste attività, individuate attraverso i codici ATECO, e i relativi professionisti e imprese, è previsto uno stanziamento complessivo di 54,5 milioni di euro.

Le agevolazioni consistono nella concessione di un contributo a fondo perduto una tantum a titolo di indennizzo per la situazione di particolare disagio, senza vincolo di rendicontazione di spese connesse.

IMPORTANTE per le microimprese:

– per presentare la domanda di contributo la microimpresa deve avere un profilo attivo su Bandi Online. Le istruzioni per la registrazione preventiva su bandi online sono dettagliate al punto C.1.c dell’avviso 1;

– è necessario verificare con attenzione l’IBAN perché in caso errore di digitazione la domanda sarà invalida e non potrà essere fatta alcuna correzione;

– si suggerisce di utilizzare SPID (Sistema di Identità Digitale) o TS/CNS (Tessera Sanitaria – Carta Nazionale dei Servizi) per l’accesso a bandi online poiché in questo modo non occorre firmare digitalmente la domanda.

Per approfondire consulta la pagina dedicata.

Credito Ora

Alle micro imprese della ristorazione e alle attività storiche si rivolge invece la misura “Credito Ora”, con la quale vengono stanziati complessivamente 22 milioni di euro. “Credito ora” prevede un sostegno all’accesso alla liquidità fino a 30.000 euro, attraverso un contributo a fondo perduto per l’abbattimento dei tassi di interesse fino al 3% e di importo massimo di 2.500 euro, riconoscendo una copertura del 50% degli eventuali costi di garanzia nel limite di 300 euro.

Per approfondire consulta la pagina dedicata.

Credito Adesso Evolution

Il pacchetto di indennizzi prevede inoltre il rifinanziamento della misura Credito Adesso Evolution, già avviata, per ulteriori 25 milioni di euro.

Indennizzi per il lavoro 

Dote Unica Lavoro

Per i lavoratori autonomi senza partita IVA, privi di qualunque forma di sostegno del reddito e rimasti esclusi dai “decreti ristoro” del Governo, verrà erogato un contributo di 1.000 euro attraverso la partecipazione al sistema di politiche attive regionali della Dote Unica Lavoro (DUL).

Lo stanziamento iniziale complessivo ammonta a 40 milioni di euro.

Settore “trasporti persone”

Questa misura si rivolge nello specifico al settore dei ‘trasporti persone’ effettuati con taxi, NCC (noleggio con conducente) e autobus turistici: grazie ad uno stanziamento di 3,5 milioni di euro, a queste categorie sarà rimborsato il bollo auto per l’anno 2020.

Indennizzi per i cittadini 

Misure per i cittadini più bisognosi

La misura definisce uno stanziamento complessivo di 22 milioni di euro in favore dei cittadini attivi che, a causa della chiusura delle proprie attività, sono entrati nella fascia di povertà e non hanno ricevuto i ristori previsti dal Governo.

La misura si pone l’obiettivo di contrastare la povertà e fare in modo che nessun cittadino lombardo sia lasciato indietro in questa delicata fase di emergenza.

Fonte: www.regione.lombardia.it

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia e a Torino

Tags:
Menu