fbpx
Caricamento

Type to search

Medicina Wellness

Chirurgia estetica: pro o contro?

Redazione 11 Maggio 2018
Social

Dopo i casi di Simona Izzo, ringiovanita ma quasi irriconoscibile in seguito agli interventi, e Renee Zellwegger, in una terza versione di Bridget Jones abbastanza irriconoscibile, il dibattito si è riaperto.

E mai come nei mesi antecedenti all’estate, ritorna d’attualità il tema del “ritocchino” alle parti giuste. In un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa Adn Kronos di qualche tempo fa il chirurgo Paolo Santanchè infatti racconta come le tendenze, infatti, siano cambiate nel corso degli anni. Se prima tra aprile e maggio si registrava un boom degli interventi estetici, adesso in sala operatoria ci si va tutto l’anno. “Gli interventi si fanno sempre, in ogni periodo, anche perché il recupero richiede solo un paio di settimane” spiega il medico, che dà anche qualche cifra. Aumento esponenziale dei lifting, che diventano via via più precoci, e sempre più uomini che ricorrono al bisturi (il 20%) o a tecniche “collaterali” come il botulino (botox) o i filler (30%). E se prima erano in pochi a concedersi il bisturi, oggi il ricorso alla sala operatoria sta diventando trasversale alle classi economiche: un business che si sta sviluppando a colpi di prezzi bassi e offerte speciali.

Ma i rischi ci sono. “Quando si sente dire che qualcuno è stato “sfigurato dalla chirurgia estetica” – afferma lo specialista – 9 volte su 10 il problema non è stato il bisturi, bensì i filler usati per indicazioni sbagliate“. Santanchè incalza: “Un buon intervento non può costare poco. Servono l’anestesista, la sala operatoria, il tempo di recupero, i prodotti migliori”. I prezzi “inspiegabilmente bassi” – continua il chirurgo – vanno “a discapito del risultato e soprattutto della sicurezza”. Meglio spendere qualche euro in più e tutelarsi. Un suggerimento che vale anche per i centri estetici: l’uso del laser per l’epilazione definitiva deve essere riservato al personale medico, o comunque ad ausiliari con competenza qualificata. Essere estetista, quindi, non basta per adoperarlo senza rischi. Le conseguenze, in caso di imperizia, possono essere pesanti.

In foto: Renee Zellweger nel 2016 (FR Wikipedia)

ti piace tisostengo? metti like alla nostra pagina facebook!

Tags:
Menu