fbpx
Caricamento

Type to search

Mantova Medicina Notizie Locali Lombardia Top

Poma: nuovo centro dedicato alle malattie del fegato

Redazione 5 Giugno 2018
Social

Mantova – Il Poma si arricchisce di un nuovo e importante servizio, che consentirà di incrementare i trattamenti per epatite virale, l’attività di diagnosi, e tanto altro. L’istituzione di un centro dedicato alle malattie del fegato (coordinato dall’infettivologo ed ecografista Giorgio Perboni) nell’ambito della struttura complessa di Malattie Infettive, accresce le possibilità di cura già presenti tramite l’ambulatorio di Epatologia delle Malattie Infettive.
Questa “ufficializzazione” (certificata anche dall’Associazione Italiana per lo Studio del Fegato -AISF-), consentirà alla equipe in cui operano Donatella Tomasoni, infettivologa ed ecografista e tre infermieri dedicati anche al settore MAC/DH della struttura complessa coordinati da Barbara Speziali, di essere punto di riferimento per tutto il mantovano. Consentirà quindi ai pazienti di trovare le cure necessarie nel loro territorio, partendo anche dalla attivazione di uno specifico codice presso il CUP Aziendale (Visita epatologica), cui il cittadino può già rivolgersi per prenotare la prima visita specialistica.

Uno degli obiettivi primari è fare emergere il “sommerso” di HCV, ovvero trovare tutte quelle situazioni in cui l’infezione è presente ma non è conosciuta. Vi sarà inoltre un incremento delle terapie per pazienti affetti da epatite B e delle prestazioni diagnostiche invasive e non invasive, e si potranno anche promuovere progetti di studio in campo epidemiologico e clinico.

Tante le attività già svolte dal centro (più informazioni sul sito ASST Mantova). Si segnalano già 500 pazienti sottoposti alle nuove terapie con antivirali diretti per epatite da HCV, con tassi di guarigione superiori al 95%.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia.

Fonte e foto: ASST Mantova (in foto il direttore della struttura Salvatore Casari, la coordinatrice infermieristica Barbara Speziali e l’infettivologo Giorgio Perboni)

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu