fbpx
Caricamento

Type to search

Wellness

Pilates: dalla Germania la ginnastica dolce per tutti

Amministratore 17 Giugno 2018
Social

Fluidità, armonia, movimento, respirazione: il pilates insegna a controllare il proprio corpo. Respirare per utilizzare al massimo il diaframma, sciogliere la muscolatura, acquistare precisione nell’esecuzione degli esercizi: sono solo alcuni dei benefici di una disciplina che dalla nicchia dei ballerini classici ha guadagnato successo sempre più ampio. I danzatori, infatti, hanno bisogno di un profondo controllo dei muscoli: il pilates, codificato all’inizio del ‘900 in Germania offre un valido supporto, aiutando a dominare e sviluppare quelli posturali.

Ma a chi è indicato il pilates? Come metodo di allenamento dolce, può essere praticato da donne durante e dopo il parto, da persone anziane, da feriti. Il fondatore del metodo, il tedesco Joseph Pilates, fu internato durante la prima guerra mondiale ed ebbe modo di allenare i propri compagni di prigionia sviluppando tecniche riabilitative nuove per i numerosi reduci e feriti. Ma il metodo può interessare anche chi vuole guadagnare tonicità: gli esercizi di allungamento fortificano la muscolatura e le conferiscono vigore. Del resto, lo stesso fondatore della scuola cominciò a interessarsi di anatomia e ginnastica perché preoccupato dalla propria costituzione estremamente gracile, fino a guadagnare un’invidiabile forma fisica.

Come lo yoga, il pilates si pratica su un tappetino. Alcuni maestri ricorrono a strumenti come la palla (di grandi dimensioni), l’elastico, il cerchio e il tubo di spugna. Solitamente i corsi di pilates si tengono all’asciutto, ma ne esiste anche una variante acquatica che consente di ottenere un effetto rassodante e massaggiante. Per chi vuole provare, magari in vista dell’estate, il consiglio è cominciare con qualche seduta tradizionale per poi passare alla versione da piscina.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia.

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu