fbpx
Caricamento

Type to search

Mantova Medicina Notizie Locali Lombardia Top

Oncoematologia in ASST Mantova: al via il supporto a domicilio

Redazione 7 Aprile 2019
Social

Presa in carico precoce del paziente oncoematologico anziano fragile in simultaneous care. Il progetto è stato avviato il primo gennaio 2019 da MantovAIL in collaborazione con l’ASST di Mantova e si propone di offrire un supporto a domicilio, mirato alla qualità di vita, per i malati e per le loro famiglie, non solo attraverso la terapia specifica, ma anche tramite la cura degli aspetti psicologici, sintomatologici, spirituali e sociali.

Ciò presuppone una strategia integrata in cui i profili di cura siano disegnati in modo flessibile per adattarsi agli specifici bisogni di ciascun malato. Il progetto comprende l’attivazione di un contratto libero-professionale della durata di 18 mesi per un medico dedicato alla cura domiciliare dei pazienti oncoematologici e prevede la collaborazione delle S.C. del Servizio Trasfusionale e delle Cure Palliative dell’ASST di Mantova.
 

Il valore di questo progetto è stato riconosciuto dalla Fondazione Comunità Mantovana Onlus che ha deciso di finanziarlo nell’ambito del 4° bando 2018. I pazienti oncoematologici, se paragonati a quelli affetti da tumori solidi, accedono con minore frequenza alle cure palliative. Tale discrepanza può essere attribuita anche a fattori di tipo organizzativo e alla particolarità del comportamento della malattia, che spesso porta a una tardiva sinergia tra ematologo e palliativista nel percorso assistenziale di questi malati. Poiché i tumori ematologici rappresentano circa il 10 per cento delle cause di morte da neoplasie,le Cure Palliative dovrebbero essere integrate precocemente con le terapie specifiche.

I pazienti affetti da malattie ematologiche presentano, infatti, bisogni complessi e mutevoli nel tempo, soprattutto in relazione a fattori clinici e psicologici, e la possibilità di controllare i sintomi ed effettuare alcuni trattamenti, come le emotrasfusioni, da parte di una equipe esperta presso il proprio domicilio, invece che in ospedale, assicura loro una miglior qualità della vita.

MantovAIL è sezione locale dell’ente nazionale Associazione italiana contro le Leucemie-linfomi e mieloma onlus – AIL. La sua missione è quella di attivare e migliorare l’assistenza domiciliare per i malati di leucemia, linfomi e mieloma, reperire fondi ed aiuti concreti per la ricerca e la cura di queste malattie. MantovAIL è impegnata a promuovere campagne nazionali e iniziative locali che hanno come obiettivo quello di aumentare conoscenza e informazione riguardo a queste patologie nonché accrescere le risorse a disposizione per la ricerca e l’assistenza dei cittadini sul territorio mantovano. MantoVAIL sarà impegnata all’Ospedale Poma e nelle principali piazze di Mantova e provincia dal 5 al 7 aprile per la consueta distribuzione delle uova di Pasqua. Le donazioni raccolte serviranno per finanziare attività rivolte al miglioramento delle cure e della qualità di vita dei pazienti oncoematologici mantovani.

Nella foto da sinistra: il direttore del Servizio Trasfusionale Massimo Franchini, la process owner paziente nefropatico, diabetico, neurologico Rocio del Carmen Cabarcas Garcia, il consigliere della Fondazione Comunità Mantovana Onlus Luigi Gobio Casali, il presidente di MantovAIL Stefano Bulgarelli, il direttore delle Cure Palliative Laura Rigotti e il consigliere di MantovAIL Natalino Barbiani

Fonte: comunicato ASST Mantova
 

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu