fbpx
Caricamento

Type to search

Bergamo Comunicazioni Notizie Locali Lombardia Sistema Sanitario

Treviglio: trasloco del Pronto Soccorso, disagi temporanei

Redazione 17 Aprile 2019
Social

Martedì 16 aprile è stato un giorno importante per l’Ospedale di Treviglio-Caravaggio: cambiano, infatti, i percorsi di accesso al Pronto Soccorso per tutti gli utenti, deambulanti, barellati e disabili.

Il Triage è trasferito nella struttura temporanea di nuova realizzazione costruita adiacente al piazzale, alla sinistra dell’attuale camera calda del Pronto soccorso (area dove attualmente giungono le ambulanze che verrà chiusa).

In particolare i nuovi percorsi saranno:

– Percorso pazienti deambulanti: potranno accedere esclusivamente dal parcheggio del piano terra, utilizzando la scaletta che si trova nell’ala sinistra del parcheggio stesso. Non sarà più possibile passare dalla Portineria

– Percorso barellati (trasportati da ambulanza): l’ambulanza arriverà nel piazzale ove è allocato attualmente l’ingresso ambulanze del PS, proseguirà a sinistra e, in corrispondenza della tettoia, potrà sostare ed accedere con la barella nella stanza di stazionamento/accettazione-barellati antistante il triage.

– Percorso pazienti non deambulanti (in auto): potranno accedere, come fanno attualmente, salendo in auto la rampa di accesso al piazzale ove è allocato attualmente l’ingresso barellati del PS, proseguiranno sulla sinistra dove, di fronte al muretto, saranno realizzati parcheggi a sosta temporanea, da liberare nel più breve tempo possibile; l’ingresso sarà lo stesso dei pazienti deambulanti.

Tutti i percorsi saranno identificati da idonea segnaletica.

Sarà potenziato il personale di supporto per superare i disagi iniziali dei nuovi percorsi.

Queste del parole di Peter Assembergs di alcuni giorni fa:

“Prende il via martedì prossimo – spiega Peter Assembergs, Direttore Generale dell’ASST Bergamo Ovest – il trasferimento di parte delle attività del Pronto Soccorso di Treviglio. La novità più importante per i pazienti è il triage, che sarà spostato, così come saranno modificati i percorsi per raggiungerlo. Lo spostamento sarà temporaneo (circa 4 mesi), mentre si realizzano i lavori di ammodernamento ed ampliamento dell’attuale area di triage/accettazione, l’incremento degli ambulatori medici, la realizzazione di ambulatori specialistici interni al Pronto Soccorso e, la novità, la realizzazione del quartiere radiologico con la radiologia tradizionale e una TAC esclusivamente dedicati al Pronto Soccorso. Ovviamente, durante questi mesi, il reparto sarà aperto e funzionante, ma lavorerà a regime e con spazi ridotti. Abbiamo già avvistato  AREU (che dirotterà alcune ambulanze verso altri Pronti Soccorsi), ATS, le ASST e le Case di cura del nostro territorio e limitrofi. Contiamo che la stampa ci aiuti a diffondere queste informazioni alla cittadinanza, perché siamo coscienti che potranno verificarsi disagi e attese un po’ più lunghe”.

“Ringrazio in anticipo la popolazione – aggiunge Gianluca Geroni, Direttore del Pronto Soccorso – che sicuramente risponderà con grande senso civico alle nostre nuove indicazioni per accedere al Pronto Soccorso. Mi permetto di aggiungere una raccomandazione: gli spazi delle sale d’attesa interne saranno leggermente ridotti. Chiediamo ai parenti dei pazienti già triagiati di attenersi alle indicazioni che riceveranno dal nostro personale su dove accomodarsi in attesa della dimissione del congiunto o per ricevere notizie sanitarie sullo stesso. Ricordo che il Pronto Soccorso di Romano di Lombardia sarà attivo a pieno règime”.

È stata completata la segnaletica orizzontale colorata: il percorso blu identificherà i reparti, quello rosso la shock room/OBI, quello grigio la Radiologia e quello verdel’Oculistica/Dialisi/CUP.

Un ultimo suggerimento. Mentre il Pronto Soccorso di Treviglio sarà attivo a ranghi ridotti, i pazienti potrebbero scaricare l’App Salutile Pronto Soccorso, applicazione di Regione Lombardia che aiuta a capire i flussi all’interno delle altre strutture sanitarie della Bergamasca: un servizio utile che permette al cittadino di sapere dove dirigersi e i tempi d’attesa che troverà nei diversi PS. Sempre attuali, invece, le raccomandazioni generali per un corretto accesso alle strutture d’urgenza: presentarsi solo se ci sono reali necessità; per disturbi non urgenti rivolgersi al proprio medico o al servizio di continuità assistenziale (Tel. 035/3535).

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia e a Torino

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu