fbpx
Caricamento

Type to search

Medicina Notizie Locali Lombardia Pavia Top

San Matteo di Pavia, nuovi Direttori per Laboratorio Analisi e Radiologia

Redazione 24 Gennaio 2020
Social

Al San Matteo di Pavia sono stati nominati due nuovi Direttori di Unità Operativa Complessa: si tratta di Riccardo Albertini e Lorenzo Preda che, dal primo gennaio scorso, dirigono, rispettivamente, il Laboratorio Analisi Chimico Cliniche e la Radiologia.

Riccardo Albertini , classe 1966, si è laureato in medicina e chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia, è specializzato in Biochimica Clinica ed è Dottore di Ricerca in Biochimica; è stato post-doctoral fellow presso la Università di Graz, in Austria. E’ esperto in tecniche sperimentali di laboratorio, tra cui la manipolazione di radioisotopi ad uso diagnostico, la spettrofotometria, la ultracentrifugazione. Ha, inoltre, approfondito i temi delle tecnologie per dosaggi immunometrici in automazione e dei modelli organizzativi di medicina di laboratorio finalizzati alla generazione di risultati di elevato esito clinico, erogati in tempi celeri e con efficiente utilizzo delle risorse.
Ha all’attivo circa 70 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali ed è titolare di diversi insegnamenti universitari come professore a contratto dell’Università di Pavia.

Lorenzo Preda, classe 1964, si è laureato e specializzato chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia. E’ professore associato di Diagnostica per Immagini e radioterapia del dipartimento di scienze clinico-chirurgiche, diagnostiche e pediatriche dello stesso Ateneo. Ha prestato servizio al “San Matteo” dal 1991 al 2001. Successivamente ha ricoperto il ruolo di vice direttore della Divisione di Radiodiagnostica dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano e, dal luglio 2016, è stato Direttore dell’Unità di Imaging diagnostico della Fondazione CNAO di Pavia.
E’ membro di numerose società scientifiche nazionali e internazionali ed è membro del consiglio direttivo della Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC). Gli ambiti della sua attività clinica e scientifica riguardano principalmente lo studio morfologico e funzionale TC e RM della patologia oncologica e la valutazione della risposta ai trattamenti combinati avanzati.

Fonte: www.sanmatteo.org

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia e a Torino

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu