fbpx



Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Comunicazioni Medicina Milano e Hinterland Notizie Locali Lombardia Ricerca

Il professor Albanese eletto Presidente dell’International Association of Parkinsonism and Related Disorders

blank
Redazione 14 Ottobre 2021
blank

Il professor Alberto Albanese, responsabile dell’Unità di Neurologia I in Humanitas, è stato eletto Presidente dell’International Association of Parkinsonism and Related Disorders (IAPRD). Istituita oltre cinquant’anni fa dalla Federazione Mondiale di Neurologia per promuovere e monitorare gli sviluppi della ricerca e favorire la comunicazione tra i neuroscienziati del settore e fare educazione, la IAPRD è l’associazione più antica che si occupa della malattia di Parkinson e disturbi correlati. Oggi, è un’associazione professionale internazionale di medici e scienziati interessati ai disturbi neurodegenerativi come la malattia di Parkinson, i parkinsonismi secondari, i disturbi del movimento ipercinetico e ipocinetico e più in generale qualsiasi disturbo che colpisce il tono muscolare e il controllo motorio.

La nomina del professor Albanese alla guida dell’International Association of Parkinsonism and Related Disorders

È la prima volta che viene eletto un italiano e sono molto fiero di essere stato scelto, rispetto a un altro candidato, alla fine di una campagna elettorale durata qualche mese che si basava, oltre che sull’esperienza e attività clinica e di ricerca, motivazioni e obiettivi futuri”, racconta il professor Albanese.

“La IAPRD è un’associazione che ha bisogno di rilancio e di nuove idee perché il panorama sta cambiando, non solamente a causa di COVID-19. L’aspetto terapeutico e diagnostico è molto in evoluzione, così come la neurologia. Come possiamo fare questo? Con l’innovazione. L’associazione può fornire una miscela equilibrata di conoscenze di base e cliniche, rispettare la sua lunga e prestigiosa eredità e al tempo stesso innovare”.

Il prossimo appuntamento sarà il XXVII congresso dal 1 al 4 maggio a Praga su Diagnosi e trattamento dei disturbi del movimento nell’era della medicina personalizzata: un  programma educativo sui disturbi del movimento condotto da una facoltà global con seminari, tutoraggi e poster. Ultimi aggiornamenti sui trattamenti mirati alla causa della malattia, infusioni avanzate di farmaci e terapie neurochirurgiche, approcci individualizzati alla cura del paziente. Si discuterà di come la genetica e la sottotipizzazione delle malattie stanno cambiando il nostro approccio ai disturbi del movimento. In chiusura i dibattiti su questioni del campo neurologico.

Fonte: www.humanitas.it

Tags: