fbpx
Caricamento

Type to search

Approfondimenti Medicina Notizie Locali Lombardia Notizie Locali Piemonte Top Wellness

Che caldo, regole da seguire per un’estate in salute

Redazione 31 Luglio 2020
Social

In questi giorni si stanno toccando picchi di caldo, con temperature e umidità molto elevate, in tutte le parti d’Italia: ecco alcuni consigli, rivolti soprattutto a disabili e anziani, su come affrontare questa emergenza.

IL CALDO E’ UN PERICOLO SE: 

  • La temperatura esterna supera i 32-35 gradi 
  • L’alta umidità impedisce la regolare sudorazione 
  • La temperatura in casa è superiore a quella esterna (locali poco ventilati, tetti e solai non ben isolati). 

ECCO LE 10 REGOLE CHE FANNO BENE ALLA SALUTE

  1. Ricordati di bere spesso. 
  2. Evita di uscire e di svolgere attività fisica nelle ore più calde del giorno (dalle 11.00 alle 17.00). 
  3. Apri le finestre dell’abitazione al mattino e abbassa le tapparelle o socchiudi le imposte. 
  4. Rinfresca l’ambiente in cui soggiorni. 
  5. Copriti quando passi da un ambiente molto caldo a uno con aria condizionata. 
  6. Quando esci, proteggiti con cappellino e occhiali scuri; in auto, accendi il climatizzatore, se disponibile, e in ogni caso usa le tendine parasole, specie nelle ore centrali della giornata. 
  7. Indossa indumenti chiari, non aderenti, di fibre naturali, come ad esempio lino e cotone; evita le fibre sintetiche che impediscono la traspirazione e possono provocare irritazioni, pruriti e arrossamenti.  
  8. Bagnati subito con acqua fresca in caso di mal di testa provocato da un colpo di sole o di calore, per abbassare la temperatura corporea. 
  9. Consulta il medico se soffri di pressione alta (ipertensione arteriosa) e non interrompere o sostituire di tua iniziativa la terapia. 
  10. Non assumere regolarmente integratori salini senza consultare il tuo medico curante.

Leggi anche l’opuscolo in allegato redatto da Regione Lombardia – “Solo il bello del Caldo” che raccoglie una serie di consigli pratici per affrontare questa emergenza e i rischi che ne derivano. 

Fonte: www.asst-cremona.it

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia e a Torino

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu