fbpx
Caricamento

Type to search

Milano e Hinterland Notizie Locali Lombardia Wellness

Disabilità e sport: basta ai tabù con AUSPORTIVA

Giovanni Deleo 28 Marzo 2018
Social

I Giochi Paralimpici Invernali ci hanno lasciato con 5 medaglie: due ori, due argenti e un bronzo, grazie ad atleti che si allenano per tutto l’anno e competono tenendo alti i valori della nostra bandiera. Poche settimane prima nei mondiali di nuoto paralimpico ci siamo posizionati addirittura terzi nel medagliere, dietro soltanto a Cina e Stati Uniti: 38 medaglie, 20 ori.

Che dite, forse è il caso di lasciarci alle spalle gli stupidi tabù che vedono la disabilità incompatibile con la pratica sportiva?

AUSPORTIVA nasce nel luglio 2017, grazie all’esperienza pluridecennale di AUS Niguarda. La sua mission sta tutta nello sviluppare lo sport rivolto alle persone che devono convivere con limitazioni motorie, gravitanti nel mondo della Unità Spinale Unipolare di Niguarda. Il progetto è tanto valido da essere riuscito ad ottenere in pochissimo tempo il riconoscimento dal Comitato Italiano Paralimpico e dal CONI stesso. In aggiunta, è affiliata al Centro Sportivo Educativo Nazionale e alla Federazione Italiana Nuoto Paralimpico.

In queste poche righe consentiteci di valorizzare due progetti in particolare: l’avviamento al basket in carrozzina e il corso per l’insegnamento del nuoto a persone con disabilità (II Livello). Troverete le locandine in fondo all’articolo.

La pallacanestro in carrozzina riproduce a 360 gradi tutta la tattica e la tecnica della pallacanestro, e ha ormai una lunga storia: pensate che il neurologo Ludwig Guttmann la utilizzò nel secolo scorso nel processo riabilitativo dei reduci della seconda guerra mondiale. Volete saperne di più? Ogni venerdì alle 16:30 ci sono i corsi presso la splendida  palestra sportiva al secondo piano dell’Unità Spinale del Niguarda.

Nuotare è da sempre considerato utile in molti percorsi riabilitativi. Diventare insegnante di nuoto per persone con disabilità è una scelta capace di dare grandi soddisfazioni: 8 lezioni pratiche e teoriche a partire dal 21 aprile, al costo di 160 euro totali. Il corso si rivolge a tutti i genitori, operatori, caregiver e volontari che si trovano a convivere con persone paraplegiche, tetraplegiche, con spina bifida o altre disabilità che vogliono fare un ulteriore passo nella direzione del benessere psicofisico delle persone di cui si prendono cura.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia.

 

 

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu