fbpx
Caricamento

Type to search

Medicina Milano e Hinterland Notizie Locali Lombardia Ricerca Top

Humanitas: super test mappa tutte le allergie

Redazione 2 Maggio 2018
Social

Humanitas introduce, prima struttura in regione, la sperimentazione di un test sviluppato in Austria. Si tratta di una mappatura di ben 282 allergeni e molecole, e proprio grazie ai lavori degli specialisti di Rozzano (nelle figure del Prof. Giorgio Walter Canonica, Responsabile del Centro di Medicina Personalizzata Asma e Allergie di Humanitas Immuno Center e del prof. Giovanni Melioli, Responsabile diagnostica molecolare allergologica) ne è stata validata l’efficacia.

Il test comprende l’analisi di pollini (graminacee, polline albero, polline erba), pelle (animali domestici, animali da fattoria), acaro (polveri e acari), lattice, cibo vegetale (frutta, vegetali e funghi, frutta secca e semi, legumi, cereali, spezie), microorganismi (muffa e lievito), cibo animale (latte, uova, pesce e frutti di mare, carne) e insetti e veleni (ape e vespa, scarafaggi).

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia

“Il test – spiega il prof. Canonica – è in grado di investigare sulla predisposizione del proprio sistema a reagire nei confronti di sostanze normalmente innocue. Sulla base della composizione dei pannelli degli estratti allergenici e degli allergeni molecolari, il test porta a un quadro quasi completo della sensibilizzazione di ogni paziente. Noi specialisti riusciamo così a essere molto più precisi nella diagnosi e nella cura, che diventa sempre più personalizzata”.

Uno dei possibili sviluppi futuri dello strumento sarà l’integrazione con l’intelligenza artificiale. “Grazie a un software oggi in via di sperimentazione, che aiuta a interpretare gli allergeni e sintetizza i risultati del test – aggiunge il prof. Melioli – riusciremo a restituire al paziente una mappatura dettagliata del suo quadro clinico attraverso singole spiegazioni accanto a ogni dato”.

Fonte: comunicato stampa Humanitas

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu