fbpx
Caricamento

Type to search

Mantova Medicina Notizie Locali Lombardia

ASST Mantova e San Clemente: con la collaborazione si riduce l’attesa in Pronto Soccorso

Carola Rugani 8 Giugno 2018
Social

Siglato l’accordo tra ASST di Mantova Casa di Cura San Clemente per la gestione integrata di alcuni filoni dell’attività sanitaria con particolare attenzione ai pazienti cronici: una collaborazione attivata in via sperimentale per ottimizzare risorse umane e strutturali nella gestione del Pronto Soccorso di Mantova, dell’ambulatorio di Endoscopia Digestiva, dell’ambulatorio di Cardiologia ed Ecocardiografia. In aggiunta si sono definiti i termini per un percorso agevolato dei pazienti chirurgici e ginecologici.

Si punta a valorizzare le rispettive potenzialità dell’ospedale e della casa di cura in una logica di compensazione, andando al di là della divisione pubblico-privato, sotto la supervisione della ATS Val Padana.

La collaborazione in ambito di Pronto Soccorso attivata durante l’emergenza influenzale dell’inverno scorso ha visto ridurre i tempi di permanenza per i pazienti in attesa di ricovero in Medicina generale di quasi 6 ore (5 ore e 40 minuti), per questo l’accordo è stato prorogato dal 3 aprile al 31 dicembre 2018.  Il San Clemente mette a disposizione 10 posti letto che possono essere occupati da pazienti inviati direttamente dal Pronto Soccorso o dai reparti specialistici, mediante trasporto con mezzo sanitario dell’ASST di Mantova, previ accordi con il medico di guardia dell’unità operativa di Medicina dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 16. Le prestazioni di endoscopia digestiva verranno invece effettuate dal primo ottobre esclusivamente presso il Poma, grazie all’apertura di una terza sala endoscopica. Per quanto riguarda Cardiologia ed Ecocardiografia, si stima un incremento di circa 60 prestazioni settimanali da parte del San Clemente, basandosi sulle esigenze maggiori stimate per l’introduzione regionale del modello di presa in carico del paziente cronico.

Infine, la condivisione delle stesse procedure della ASST da parte della casa di cura per agevolare il percorso di cura dei pazienti visitati negli ambulatori di chirurgia e ginecologia della Casa di Cura e candidati a interventi chirurgici complessi o a valutazioni cliniche multidisciplinari, per potere passare direttamente nelle mani dell’Ospedale quando necessario senza ulteriore burocrazia.

Fonte: comunicato ASST Mantova

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia.

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu