fbpx
Caricamento

Type to search

Medicina Milano e Hinterland Notizie Locali Lombardia Top

Nasce il “Centro Epilessia dell’età evolutiva Rhodense”

Redazione 8 Giugno 2018
Social

Con il riconoscimento ottenuto dalla Lega Italiana contro l’Epilessia, la ASST Rhodense si qualifica come centro base per bambini adolescenti epilettici.

Con grande soddisfazione, dice Ida Ramponi direttore generale dell’ASST Rhodense, l’impegno, la professionalità e la dedizione dell’équipe di Neuropsichiatria Infantile nell’ambito delle patologie neurologiche dell’età evolutiva ha portato il centro epilessia della Azienda, ad essere riconosciuto come settimo “centro base” lombardo per bambini adolescenti colpiti da epilessia. L’ambito riconoscimento è arrivato da parte dalla “LICE” (Lega Italiana contro l’Epilessia), la cui commissione per il riconoscimento dei Centri, sulla base dei requisiti presentati dall’ASST Rhodense ha assegnato quello “di Centro Base”. Il nuovo centro fa riferimento all’Unità Operativa Semplice Polo Ospedaliero UONPIA, quest’ultima diretta dal dottor Federico Raviglione. Il Centro svolge la propria attività Neurologica e Neurofisiologica da almeno 20 anni, con un incremento costante dei volumi di attività. Sono presenti 2 servizi di NPI ospedalieri (Rho e Garbagnate) e 4 servizi NPI territoriali (Paderno Dugnano, Bollate, Rho, Limbiate) dove i pazienti possono eseguire percorsi riabilitativi: fisioterapici, logopedici, psicomotori, psicologici. Sono presenti 2 centri Diurni semiresidenziali anche per disabilità complessa. I laboratori dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile ubicati nelle sedi di Rho e Garbagnate, garantiscono una linea completa di servizi elettro-neurodiagnostici per la gestione di numerose malattie neurologiche permettendo una corretta diagnosi.

Il Centro ha in carico più di 500 pazienti minori con epilessia.

Fonte: Comunicato ASST Rhodense

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia.

 

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu