fbpx
Caricamento

Type to search

Wellness

Attività fisica in Italia: ne facciamo a sufficienza?

blank
Amministratore 19 Gennaio 2019
Social

Il San Matteo riporta come poche settimane fa siano state pubblicate negli Stati Uniti le nuova linee guida sull’attività fisica che raccomandano almeno 150 minuti di attività a settimana. Gli studi pubblicati dal Policlinico pavese riportano come l’inattività fisica abbia la capacità di influire negativamente sull’infarto trasformandolo in arresto cardiaco.

Gaetano De FerrariNegli Stati Uniti solo metà degli adulti sono in linea con questa raccomandazione.  Il problema è globale, anche se in Europa i dati sono più rassicuranti. In Italia va meglio che negli Stati Uniti, ma peggio che nella maggior parte dei paesi Europei in quanto una donna su tre e un uomo su 4 non arriva a praticare i livelli raccomandati di 150 minuti di attività moderata o 75 minuti ad intensità elevata per settimana.  La notizia buona è che anche livelli inferiori di esercizio danno benefici ovvero muoversi anche poco è comunque meglio che non muoversi per nulla.

“Sappiamo – spiega Gaetano De Ferrari – che l’attività fisica ha effetti benefici sull’obesità, sul diabete e sul profilo glicemico, sull’ipertensione e sul profilo lipidico. Grazie a questi effetti l’attività fisica riduce la mortalità totale e la mortalità cardiovascolare”.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia

 

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu