fbpx
Caricamento

Type to search

Medicina Top Wellness

Mal di stomaco: cause e rimedi

Redazione 4 Gennaio 2019
Social

Siamo alla fine degli eccessi enogastronomici delle feste natalizie e abbiamo messo a dura prova il nostro stomaco. Un motivo in più per conoscere le cause per cui potrebbe farci male: capita a tutti di soffrirne, prima o poi, ma per qualcuno è quasi una condanna.

Il mal di stomaco è uno dei disturbi più frequenti nella popolazione, anche perché molto spesso dovuto a fattori legati allo stress.
Spesso si manifesta per brevi periodi e causa solo disturbi lievi; ma se compare all’improvviso e senza ragione apparente potrebbe richiedere un consulto medico, soprattutto se localizzato in un’area particolare del ventre.

Vediamo più in dettaglio. Le cause possono essere molteplici.

Negli individui in buona salute un vago dolore allo stomaco può essere dovuto ad un’alimentazione cattiva e frettolosa (in soggetti molto presi dal lavoro, per esempio, che mangiano il classico panino in piedi al bar o in auto tra un cliente e l’ altro). La fretta nell’ingerire il cibo può causare qualche crampo o gonfiore nella parte superiore dell’addome.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia

In caso di stravizi o tensioni eccessive non è necessario preoccuparsi ma è sufficiente rivedere le proprie norme alimentari scegliendo con cura quello che si mangia, evitando cibi grassi e condimenti troppo elaborati. E’ importante, inoltre, cercare di rispettare gli orari dei pasti e consumarli con tranquillità per evitare di immettere aria a livello gastrico insieme al cibo, causando quindi gonfiore.

Se il fastidio persiste, però, può essere il sintomo di un malessere più profondo e importante come un’ ulcera, una seria gastrite o un disturbo della motilità gastrica. In questo caso è meglio consultare il medico; sarà lui a prescrivere, se necessario, un accertamento radiografico e successivamente un esame endoscopico, la gastroscopia. Questa si effettua immettendo tramite la cavità orale un sondino che permette di valutare la salute della parete dell’ esofago, dello stomaco e del duodeno.

Se il sintomo non è legato a lesioni, il medico proporrà una terapia. Normalmente è possibile utilizzare prodotti facilmente reperibili in farmacia come sciroppi, compresse o granulati capaci di ridurre l’ acidità gastrica e quindi bloccare le principali cause del dolore. Uniti a uno stile di vita sano, dovrebbero essere sufficienti a porre termine a questo fastidioso quanto indesiderato compagno di viaggio.

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu