fbpx
Caricamento

Type to search

Medicina Wellness

Abbronzarsi senza rischi conoscendo il proprio fototipo

Carlo Sighirleghi 29 Luglio 2018
Social

Arriva l’estate e con lei anche mare, lettini, ombrelloni e tanto sole. Abbronzarsi è un piacere per milioni di italiani e proprio per questo è importantissimo fornire tutti gli strumenti per farlo minimizzando i rischi. La prima cosa da fare è conoscere il proprio fototipo, ovvero quantità e qualità della melanina presente in condizioni basali (prima della stimolazione mediante esposizione ai raggi ultravioletti del sole o anche di un lettino abbronzante) nella propria pelle.

Il Ministero della Salute ha creato il portale “La Mia Pelle“, nel quale tra le tante informazioni utili troverete anche un test sul fototipo eseguibile in pochi minuti. Una volta effettuato, saprete la protezione solare da usare per limitare i rischi di tumori della pelle e melanoma cutaneo.
In caso di dubbi, è sempre bene rivolgersi al dermatologo (ricordatevi che si dovrebbe fare una visita dermatologica all’anno e mappare i propri nei) per una valutazione più approfondita.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia.

Il Ministero della Salute ricorda che vengono riconosciuti quali cause che possono favorire lo sviluppo del melanoma in maniera indipendente e statisticamente significativa:

  • fototipo e pigmentazione cutanea: carnagione chiara, capelli e occhi chiari, presenza di lentiggini (fototipo 1-2). Le persone con  fototipo 1-2 hanno un rischio di melanoma maggiore rispetto a quelle con pelle scura-olivastra e con occhi, capelli scuri-neri
  • familiarità: appartenere a una famiglia in cui si è verificato almeno un altro caso di melanoma. Il 10% dei pazienti affetti da melanoma riferisce almeno un altro caso nell’ambito della propria famiglia
  • numero dei nei: la presenza di numerosi nei, oltre 100, o la presenza di 5 o più nei atipici, cioè di diametro superiore a 6mm, bordo irregolare, colore variegato
  • aver  già avuto in precedenza un melanoma: in questi casi la probabilità di sviluppare un secondo melanoma nell’arco della propria vita aumenta in maniera significativa
  • scottature solari durante l’infanzia e ladolescenza
  • esposizioni intense ed intermittenti
  • presenza di un neo congenito gigante.

 

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu