fbpx
Caricamento

Type to search

Comunicazioni Medicina Sistema Sanitario Top

Farmaci di fascia C: arriva la stangata per 800 medicinali

Carola Rugani 22 Gennaio 2019
Social

A febbraio arrivano rincari per farmaci da banco, sia generici che di marca. Tutto grazie a un decreto del 2005 che consente questi aumenti negli anni dispari (D. Lgs. 87/2005 detto “decreto Storace”, allora Ministro della Salute).

Quali farmaci saranno coinvolti? E a quanto ammonta l’aumento nei prezzi?

I farmaci di fascia C sono quelli che possono essere venduti solo dietro a prescrizione medica ma che non sono rimborsabili dal SSN. In Italia sono circa 3.740 e stando agli ultimi dati disponibili quasi 800 tra questi vedranno i prezzi aumentare in media del 5,7%.

Al momento non si può avere una lista definitiva perché -da normativa AIFA- le aziende farmaceutiche hanno l’obbligo di comunicare la variazione di prezzo solo entro il 31 gennaio 2019 (e applicarla almeno 15 giorni dopo la comunicazione).

Tra gli aumenti più consistenti sembrano esserci il Tobradex (+2 euro) e il Muscoril (+1,60 euro). Ma a essere toccati sarebbero anche altri nomi importanti come Valium, Plasil, Fluimucil antibiotico, Gentamicina Almus, Voltaren supposte.

«Tra generici e prodotti branded – spiega il direttore responsabile della testata “Pharmacy Scanner”, Alessandro Santoro – sono 770 i farmaci interessati quest’anno dagli aumenti, che portano il prezzo medio a confezione (sui prodotti interessati dagli incrementi) da 15,58 a 16,47 euro. Ne consegue una differenza di 0,89 euro, che equivale a un aumento medio del 5,7% sui prezzi di due anni fa».

Potrebbe interessarti – Pronto Soccorso: dal 2019 a rischio revisione l’attività notturna di molte strutture lombarde.

Fonti: AIFA, Pharmacy Scanner

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia

 

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu