fbpx
Caricamento

Type to search

Approfondimenti Medicina Milano e Hinterland Ricerca Sistema Sanitario

Monzino, l’ospedale del cuore dei lombardi

Carola Rugani 13 Febbraio 2019
Social

Conosciamo meglio questa struttura, che è ormai entrata nel “cuore” di tutti i lombardi. Pare incredibile, ma tutto ha inizio soltanto 37 anni fa grazie alla donazione del Cav. Monzino, con la quale il Prof. Bartorelli riuscì nell’impresa di creare per la prima volta in Europa un centro interamente dedicato alle patologie dell’apparato cardiocircolatorio.

Poco più di dieci anni dopo diventa il primo IRCCS a esclusiva vocazione cardiovascolare, fino a confluire recentemente nel gruppo IEOMonzino, che vede la fusione di due poli di eccellenza con evidenti sinergie di carattere pratico funzionale e di ricerca.

Oltre a centro di eccellenza nella cura, il “Monzino” riveste un ruolo fondamentale nel panorama italiano della ricerca, come facilmente testimoniato dall’ampia mole di pubblicazioni (pensate che in soli due mesi e mezzo in questo 2018 siamo già oltre le 30) e nella formazione universitaria, col le sue strutture messe a disposizione dei corsi di laurea della Facoltà di Medicina e Chirurgia in ambito cardiovascolare dell’Università degli Studi di Milano.

Per avere tutte le informazioni su struttura, medici e unità operativa, prenotare più facilmente o anche vedere la lista degli alberghi convenzionati con la struttura è stata creata anche una App per iPhone, iMonzino. Vi si trovano anche tutte le ultime notizie sul centro.

Ottenere un consulto con uno specialista del “Monzinoda qualche tempo è anche possibile in altre strutture sul territorio, poliambulatori e centri polispecialistici convenzionati con l’Istituto. In Lombardia ad esempio si trovano a Roncello (MB), Carugate (MI), in diversi centri a Milano e a Missaglia (LC) e da pochissimo anche a Sondrio (novità 2019).

Tra le iniziative sul territorio nei dintorni dell’ospedale, segnaliamo ProSALUTE, il cui periodo di “reclutamento pazienti” si è concluso a fine maggio come vi avevamo segnalato qualche settimana addietro: si tratta di un nuovo programma di prevenzione cardiovascolare per coinvolgere gli abitanti del quartiere Ponte Lambro e dintorni, a Milano, in azioni individuali e attività comunitarie per l’aumento del benessere e della salute. Organizzato col patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Sociali e Cultura della Salute e del Consiglio di Zona 4 del Comune di Milano comprende sia attività pubbliche (corsi, camminate e tornei) che di prevenzione come visite specialistiche e screening per la fascia della popolazione compresa tra i 40 e i 65 anni..

ProSALUTE è stato avviato nel 2015 e già dopo i primi due anni di attività e più di 400 partecipanti arruolati, sono stati ottenuti importanti risultati: il 52% dei partecipanti ha ridotto il colesterolo in eccesso, il 49% degli ipertesi ha normalizzato la pressione arteriosa, il 42% degli obesi è dimagrito, il 38% dei fumatori ha ridotto o smesso di fumare.

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu