fbpx
Caricamento

Type to search

Como Medicina Notizie Locali Lombardia Top

Disturbo di apprendimento in adolescenza: al Sant’Anna un convegno sull’esperienza comasca

Redazione 7 Febbraio 2020
Social

“Disturbo di apprendimento in adolescenza: bilancio di una esperienza didattica inclusiva”: questo il tema del convegno in programma per l’11 febbraio dalle 14 alle 18 nell’auditorium dell’ospedale Sant’Anna di Como. 

“Il progetto, avviato nel 2017, ha visto il coinvolgimento di circa cento studenti comaschi – osserva Patrizia Conti, primario della Neuropsichiatria infantile – Questo convegno rappresenta l’atto conclusivo di un lungo lavoro e sarà quindi l’occasione per presentarne i risultati e le prospettive future”.

Nel 2017, su sollecitazione di Asst Lariana e in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Como, è stato attivato un tavolo per affrontare il tema dei disturbi specifici di apprendimento, tema che si inserisce nel quadro più generale del disagio adolescenziale e fortemente correlato alla dispersione scolastica e in prospettiva con il disagio sociale. Il progetto è stato finalizzato all’individuazione dei primi segnali di disagio e alla sperimentazione di didattica inclusiva in dieci consigli di classe.

“I disturbi di apprendimento nelle scuole secondarie di primo e secondo grado sono in aumento nonostante l’attenzione posta dagli esperti sull’individuazione precoce nei primi anni delle primarie – prosegue Conti – Questo ritardo naturalmente ha tutta una serie di conseguenze, che vanno da una bassa autostima all’insuccesso scolastico fino al possibile abbandono scolastico. E’ stata quindi ipotizzata la messa a punto di uno strumento di osservazione per alunni privi di diagnosi e di certificazione per consentire ai consigli di classe di individuare possibili situazioni di disagio e difficoltà di apprendimento”.

Il lavoro ha visto la collaborazione del corpo docente di una classe dell’ISIS Paolo Carcano, dell’Ites Caio Plinio Secondo, del Liceo Classico e Scientifico Alessandro Volta, del Centro Studi Casnati e dell’IIS Da Vinci-Ripamonti. La sperimentazione è stata supportata dal Centro Studi e Ricerche sulla disabilità e la marginalità (CeDisMa) dell’Università Cattolica di Milano, diretto da Luigi D’Alonzo.

Programma

Ore 14:00 – Accoglienza dei partecipanti

Ore 14:15 – Saluti delle autorità

Ore 14:30 – Introduzione Franco Castronovo – Patrizia Conti

Ore 14:45 – Tavola rotonda: esperienza dei consigli di classe
Coordinatori: Michela Giani, Nadia Fteita
Cristina Mello, Chiara Ceresa; Marina Doria, Paola Peruzzi, Andreea Morandi

Ore 15:45 – Giovanni Zampieri Rendicontazione e riflessioni sul progetto

Ore 16:15 – Luigi D’Alonzo Differenziazione didattica nelle scuole secondarie

Ore 17:00 – Stefania Millepiedi Difficoltà scolastica e di apprendimento in adolescenza: diagnosi tardive

Ore 17:45 – Chiusura dei lavori

Relatori e moderatori:

– Franco Castronovo, Referente BES Ufficio Scolastico Territoriale di Como

– Chiara Ceresa, coordinatore di Classe ISIS Carcano

– Patrizia Conti, Direttore UOC NPIA ASST Lariana

– Luigi D’Alonzo, Direttore CEDISMA, Professore ordinario di Pedagogia Speciale, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano

– Marina Doria, coordinatrice di classe Liceo Volta

– Michela Giani, coordinatrice BES Setificio ISIS Carcano

– Enrica Mello, coordinatrice di classe ITES Caio Plinio

– Andrea Alexandra Morandi, coordinatrice di classe Centro studi Casnati

– Paola Peruzzi coordinatrice di classe IIS Da Vinci – Ripamonti

– Cristiano Termine, Professore associato di Neuropsichiatria Infantile dell’Università degli Studi dell’Insubria

– Giovanni Zampieri, ricercatore CEDISMA

Fonte: www.asst-lariana.it

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia e a Torino

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu