fbpx
Caricamento

Type to search

Medicina Milano e Hinterland Notizie Locali Lombardia Top

Giornata Prematurità, l’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi si veste a festa

Redazione 17 Novembre 2020
Social

L’ospedale dei Bambini Buzzi, insieme all’Associazione OBM Onlus e all’Associazione per l’Aiuto ai Giovani Diabetici, quest’anno, in occasione della Giornata Mondiale del Diabete e della Giornata Mondiale dedicata ai neonati prematuri, hanno pensato di dare un segnale di presenza a tutte le famiglie che si trovano a vivere il diabete o la prematurità del proprio figlio; con questo obiettivo sabato 14 novembre l’ingresso del Buzzi si è illuminato di BLU e oggi, martedì 17 novembre, si illuminerà di LILLA.

Ogni anno in Italia il diabete di tipo 1 e di tipo 2 colpisce più di tre milioni di persone tra cui molti bambini e adolescenti.

“È fondamentale dare un segnale di vicinanza alle famiglie dei nostri piccoli pazienti, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, ed è contestualmente importante richiamare l’attenzione di tutti sull’emergenza diabete e sulla necessità di combatterla attraverso la conoscenza, gestione e prevenzione” ha dichiarato Alessandro Visconti, direttore generale dell’ASST Fatebenefratelli Sacco.

Con lo scopo di offrire un sostegno alle famiglie e ai piccoli pazienti diabetici AAGD organizza incontri tra i familiari dei nuovi giovani pazienti diabetici e “genitori guida”, che hanno figli diabetici già in cura, con lo scopo di facilitare l’accompagnamento nella cronicità della malattia.
L’Associazione inoltre offre diversi servizi e attività: Sportello ascolto, corsi di conteggio carboidrati, laboratori di cucina, mediazione culturale, gruppi di ascolto e di aiuto.

Sempre grazie al sostegno di AAGD Lombardia ONLUS da 5 anni al Buzzi è attivo il Centro specialistico per lo studio e la terapia del Diabete di tipo 1.

Il 2020, inoltre, segna la 20° edizione della Giornata Mondiale dedicata ai Neonati Prematuri, nata per porre l’attenzione verso questi piccoli grandi guerrieri e i loro bisogni per crescere sani e forti.

E’ importante sensibilizzare la cittadinanza sui rischi che una nascita prematura comporta, informare sulle strategie di prevenzione e promuovere la ricerca scientifica in questo ambito” – sottolinea Alessandro Visconti, direttore generale ASST Fatebenefratelli Sacco.

In Italia le cause delle nascite premature sono diverse, la gemellarità, la fecondazione assistita e in quest’ultimo anno anche l’emergenza Covid-19.

A Milano, l’Ospedale Buzzi – centro di riferimento da oltre un secolo per l’assistenza specialistica in campo materno infantile – accoglie ogni anno 500 neonati prematuri nel reparto di Terapia Intensiva e Patologia Neonatale, dove sono disponibili attualmente 24 postazioni in cui i piccolissimi trascorrono le prime settimane, spesso mesi, di vita.

Per questi bambini, sono necessarie cure speciali. OBM Onlus, ogni giorno a fianco del personale medico dell’ospedale, supporta i piccoli insieme alle loro famiglie, integrandoli in un ambiente fatto su misura per loro, con strumentazioni e attenzioni specifiche, per poter affrontare la cura il più serenamente possibile. In questi anni ed anche durante questa ultima emergenza sanitaria, l’attività di sensibilizzazione presso i grandi e piccoli donatori è stata incessante, portando a grandi risultati per attrezzature scientifiche di ultimissima generazione per la terapia specifica dei questi bimbi.

Martedì 17 novembre, saranno inoltre consegnati, a tutti i bambini ricoverati in Terapia Intensiva e Patologia Neonatale pensierini mamma / bebè.

Fonte: www.asst-fbf-sacco.it

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia e a Torino

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu