fbpx
Caricamento

Type to search

Comunicazioni Milano e Hinterland Notizie Locali Lombardia Sistema Sanitario

Galeazzi e Pini, presunte tangenti e arresti a Milano

Redazione 10 Aprile 2018
Social

Altra brutta storia di cronaca che arriva da Milano, dove è notizia di oggi l’esecuzione di sei arresti con quattro primari coinvolti (ai domiciliari), due del Galeazzi e due del Pini. Ai domiciliari anche il Direttore Sanitario del Pini Paola Navone.

Arrestato l’imprenditore Tommaso Brenicci, presidente della Eon Medica srl con sede a Monza. L’inchiesta è sulle tangenti nel mondo della sanità: denaro, regali e favori come assunzioni di parenti in cambio di facilitazioni nella fornitura di protesi ortopediche.

Tra il materiale raccolto durante le indagini spiccano intercettazioni telefoniche dell’imprenditore riferite alla facilità di entrare nei processi di fornitura dell’Istituto Ortopedico Cto-Pini. Al vaglio degli inquirenti l’introduzione nella struttura di un dispositivo atto a diagnosticare infezioni articolari: la società che lo commercializza risponde all’imprenditore e a due dei primari ai domiciliari.

L’inchiesta è curata dai procuratori aggiunti Eugenio Fusco e Maria Letizia Mannella, ed è un filone sviluppato da una indagine precedente che l’anno scorso portò all’arresto di Norberto Confalonieri, ex primario del Pini (presunte protesi in cambio di soldi e interventi inutili). La stessa Navone era assurta alle cronache per aver varato subito dopo il piano anticorruzione della struttura, parlandone in televisione.

I coinvolti al Galeazzi sono Lorenzo Drago, laboratorio analisi, e Carlo Luca Romanò. centro di chirurgia ricostruttiva. Al Pini invece Giorgio Maria Calori, primario chirurgia ricostruttiva – Revisione Protesica Apparato Locomotore e Carmine Cucciniello, direttore di Ortopedia.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu