fbpx



Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Brescia Medicina Notizie Locali Lombardia

Giornata nazionale del mal di testa: a Brescia open day

blank
Redazione 17 Maggio 2018
blank

In occasione della giornata nazionale del mal di testa, molti Centri Cefalee degli ospedali italiani apriranno le porte per offrire preziose informazioni sulle patologie. La ASST Spedali Civili di Brescia ha appena diffuso a riguardo un comunicato stampa (segue).

Cliccando qui potete visionare la locandina della giornata

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia.

Il 19 maggio è la giornata nazionale dedicata alle cefalee. Sabato 19 maggio dalle ore 9:00 alle ore 12:00 presso gli ambulatori della UO 2° Neurologia (Scala 11, 3° Piano) lo Staff del Centro Cefalee degli Spedali Civili di Brescia incontrerà i pazienti interessati per informarli sui diversi tipi di mal di testa e sulle possibilità terapeutiche attuali e future.

Come l’OMS stessa riconosce, l’emicrania è classificata fra le prime 10 cause al mondo di disabilità.

La GIORNATA NAZIONALE DEL MAL DI TESTA, sarà l’occasione, per tutti coloro che soffrono di qualunque tipo di cefalea, di incontrare gli esperti dei Centri Cefalee di tutta Italia, per avere informazioni sulle patologie, su come si arriva alla diagnosi, su cosa si può fare e come.

Dalla Sicilia alla Lombardia, dal Lazio alla Sardegna, numerosi Centri apriranno le porte per colloquiare e dare informazioni precise su cosa serva fare quando il mal di testa diventa un compagno ingombrante. Ma soprattutto faranno chiarezza sulle reali possibilità di cura, che spesso i pazienti non conoscono, rassegnandosi a vivere in una condizione che li penalizza e rovina loro la vita.

Tutto questo in un periodo in cui si inizia a vedere all’orizzonte una nuova e molto promettente possibilità di cura. Infatti, è imminente l’immissione sul mercato farmacologico delle nuove molecole, gli anticorpi monoclonali, pensate per bloccare l’attività del CGRP, una piccola proteina responsabile dello scatenamento degli attacchi di Emicrania. Si tratta delle prime molecole in assoluto realizzate con l’obiettivo di agire in modo estremamente mirato sui meccanismi che generano gli attacchi.

I risultati dei primi studi sperimentali sembrano essere molto promettenti, se è vero che 1 paziente su 4 arriva a non avere più attacchi di emicrania anche per un mese intero, partendo da una condizione di attacchi molto frequenti, anche 2 o 3 a settimana. Oltretutto, proprio grazie al loro meccanismo molto specifico, con effetti collaterali praticamente irrilevanti.

Fonte: comunicato stampa ASST Spedali Civili

Tags: