fbpx
Caricamento

Type to search

Comunicazioni Top

Attenzione: venerdì sciopero generale, sanità compresa

Redazione 23 Ottobre 2018
Social

In autunno torna gli scioperi. Prestate molta attenzione al prossimo venerdì 26 ottobre, che sarà nero in tutta Italia. Si fermeranno sanità, trasporti, scuola e poste, col rischio di paralizzare il paese. Lo sciopero è stato indetto dai sindacati di base in tutti i settori pubblici e privati e potrà durare fino a 24 ore.

Sono assicurate agli utenti l’erogazione delle cure e dei servizi essenziali, ma si segnala il rischio di possibili disagi e rallentamenti nelle prestazioni.

In parole povere, nella sanità saranno assicurati i servizi minimi tipici dei giorni festivi, ovvero:

– Pronto Soccorso e servizi connessi alle problematiche non differibili della salute dei cittadini, ricoverati e non;
– Protezione civile;
– Personale tecnico per la preparazione dei pasti e degli altri servizi di base;
– Assistenza domiciliare;
– Attività di prevenzione urgente (contaminazione alimenti, bevande, etc);
– Vigilanza veterinaria;
– Attività per la funzionalità degli impianti delle strutture sanitarie (riscaldamento, acqua, informatica).

Nello sciopero possono essere compresi anche IRCCS (Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico), IZS (Istituti Zooprofilattici Sperimentali) ed ARPA, i dipendenti delle Aziende ed Enti del SSN, compresi quelli delle Strutture anche di carattere privato e/o religioso che intrattengono un rapporto di convenzione e/o accreditamento con il SSN.

 

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu