fbpx
Caricamento

Type to search

Mantova Medicina Notizie Locali Lombardia Top

ASST Mantova, via libera agli anticorpi monoclonali

Redazione 30 Marzo 2021
Social

Prenderà il via questa settimana per ASST Mantova la somministrazione degli anticorpi monoclonali contro il SARS-CoV-2. Il protocollo terapeutico, preparato dal direttore delle Malattie Infettive Salvatore Casari in collaborazione con il direttore del Pronto Soccorso di Mantova Massimo Amato e con il direttore della Farmacia Maria Eugenia Borghesi, coinvolge il personale di varie strutture. 

Il Centro Servizi raccoglierà le proposte di trattamento e coordinerà le attività. L’infettivologo prescriverà il farmaco, valuterà il paziente, verificherà che siano rispettati i criteri di selezione, prescriverà la terapia e compilerà una relazione finale. Al farmacista aziendale competerà l’approvvigionamento dei farmaci – da ritirare al centro hub dell’ASST Cremona – e la loro dispensazione al Pronto Soccorso, che a sua volta gestirà la somministrazione e sorveglierà il paziente. La terapia sarà somministrata all’interno di uno dei moduli abitativi adiacenti alla struttura, a cura di medici e infermieri. 

Le proposte di trattamento potranno pervenire dal medico di medicina generale, dal pediatra di libera scelta, dal medico delle Usca, dal medico di Pronto Soccorso, dal medico di una struttura di ricovero dell’ASST, dove il paziente è degente per causa diversa dal Covid, in seguito a un riscontro occasionale.  

In tutti i casi, come da indicazione della scheda tecnica dei farmaci, le persone destinatarie della terapia dovranno avere l’infezione da non più di 10 giorni e presentare una sintomatologia lieve o moderata, tale da non richiedere la somministrazione di ossigeno. 

Inoltre, è necessario che il paziente sia a rischio di progressione clinica severa per condizioni patologiche preesistenti come obesità, diabete mellito non controllato, immunodeficienza, malattia cardio-cerebrovascolare, bronchite cronica oppure essere sottoposti a dialisi. Il trattamento è quindi limitato a precise tipologie di pazienti, che hanno un’alta probabilità di peggioramento, con conseguente ricovero.

Fonte: www.asst-mantova.it

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia e a Torino

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu