fbpx
Caricamento

Type to search

Comunicazioni Notizie Locali Lombardia Sistema Sanitario Top Wellness

Lombardia: la verità sui contraccettivi gratis per under 24

Camilla Retagli 2 Agosto 2018
Social

Un Ordine del Giorno sui contraccettivi e i consultori, presentato da Paola Bocci (PD) e approvato in Regione Lombardia anche coi voti del Centrodestra (63 voti a favore, un solo non partecipante) che ha catturato l’attenzione di tutte le principali testate giornalistiche. L’idea è quella, valorizzando la rete dei consultori sul territorio, di permettere agli under 24 di avere gratis la consulenza di medico o ostetrica e “il metodo contraccettivo più idoneo”, partendo dai dti che indicano quanto sia calata l’attenzione al contagio da malattie sessualmente trasmissibili, che non si limitano all’HIV.

Tuttavia, non si tratta di un provvedimento con effetti immediati: da parte della giunta “non c’è nessun impegno a distribuire preservativi gratis”, afferma l’Assessore al Welfare Gallera, “Tutti gli ordini del giorno alla manovra di assestamento di bilancio presentati in materia di Sanità sono stati accolti modificando la dicitura ‘impegna’ con ‘invita’ nel testo”. Quindi non si speri di rivolgersi a un consultorio in tempi brevi per richiedere un contraccettivo.

Dal comunicato stampa della Bocci invece queste le considerazioni. “È responsabilità delle istituzioni fare di tutto sia per evitare le conseguenze tragiche di una malattia devastante come l’Hiv, sia per rendere i giovani più consapevoli delle proprie scelte, che non devono essere dettate dalla condizione economica. Negli ultimi anni si è abbassata notevolmente la guardia sull’Hiv e ciò diventa un problema rilevante soprattutto per le giovani generazioni. Sostenere consultori e contraccezione significa anche intervenire sulla fascia delle giovanissime dove le interruzioni di gravidanza, generalmente in declino da anni, faticano a diminuire. La Lombardia può finalmente seguire una strada già intrapresa da altre regioni come il Piemonte e l’Emilia Romagna e oggi siamo riusciti a ottenere un impegno importante da parte della Regione, in controtendenza rispetto agli anni passati. Solleciteremo sempre la giunta regionale a tenere alta l’attenzione alla tutela nei confronti dei giovani e delle donne”.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia

Menu