fbpx
Caricamento

Type to search

Bergamo Brescia Como Cremona Lecco Lodi Mantova Medicina Milano e Hinterland Monza e Brianza Notizie Locali Lombardia Pavia Sistema Sanitario Sondrio e Valtellina Top Varese

NurSind, Sanità al collasso: in Lombardia mancano 10mila infermieri

Redazione 28 Ottobre 2020
Social

In Lombardia la Sanità è al collasso, mancano 10mila infermieri e quelli presenti sono abbandonati a loro stessi nella lotta contro la pandemia: lo afferma Donato Cosi, segretario del Sindacato NurSind Lombardia, rispondendo all’Assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera il quale aveva annunciato l’assunzione di 1760 infermieri negli ultimi mesi.

Nella lettera di denuncia presentata dal Sindacato NurSind si legge: “La sanità lombarda si è fatta trovare impreparata alla seconda ondata ed è vicina al collasso: in Lombardia mancano 10 mila infermieri, i dispositivi di protezione individuale vengono centellinati, e il personale non adeguatamente formato viene spostato dall’oggi al domani ai reparti Covid”.

Se da un lato è vero che Regione Lombardia ha assunto 1.760 infermieri in questi mesi, dall’altro emerge che ben 1.496 sono andati in pensione; di infermieri di famiglia, pubblicizzati dalla Regione, invece neppure l’ombra, mentre il fabbisogno è di 1.600 unità; per l’ospedale in Fiera servono 603 infermieri, ma ad oggi non è stato assunto neanche uno.

“All’inizio del 2020 avevamo stimato che in Lombardia mancavano circa 4.500 infermieri – continua Donato Cosi – Una carenza che a livello nazionale raggiunge le 53 mila unità. Ad oggi la situazione in Lombardia è precipitata: per affrontare l’emergenza sanitaria mancano all’appello 10 mila infermieri e anche il tentativo della richiamata alle armi, lanciato con il recente bando di reclutamento, rischia di rivelarsi un buco nell’acqua. Gli infermieri che sono stati arruolati nella prima ondata sono demotivati e delusi: hanno lavorato con impegno e spirito di sacrificio e terminata la pandemia si sono ritrovati di nuovo in mezzo alla strada, senza incentivi economici e neppure un ringraziamento”.

Cosi conclude affermando che “In Lombardia ad oggi mancano almeno 6.663 infermieri: un numero che sta rapidamente salendo con i colleghi che lavorano negli ospedali e nelle Rsa che nelle ultime settimane sono stati contagiati, oppure sono in quarantena. Calcolatrice alla mano il numero si avvicina pericolosamente ai 10 mila”.

Fonte: NurSind

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia e a Torino

Tags:
Menu