fbpx
Caricamento

Type to search

Medicina Wellness

Aspirina: un alleato contro il cancro?

Carlo Sighirleghi 22 Maggio 2018
Social

L’Aspirina, usata regolarmente, contribuisce a ridurre significativamente il rischio di cancro. E’ quanto emerge da due studi prospettici condotto da un gruppo di ricercatori del Massachussets General Hospital di Boston su un campione di 135.965 donne e uomini seguiti nel corso di 30 anni. Gli scienziati hanno riscontrato una percentuale di tumori più bassa nei soggetti che hanno fatto uso regolare di aspirina a basse dosi per almeno sei anni: la diminuzione riguarda soprattutto le patologie del tratto gastrointestinale, ma anche il rischio di cancro in generale. Lo studio è stato pubblicato qualche tempo fa su jama oncology e segnalato dall’Agenzia Italiana del Farmaco.
L’acido acetilsalicilico (questo il nome chimico della gloriosa molecola messa a punto nella seconda metà dell’Ottocento) assunto due volte a settimana potrebbe prevenire una percentuale significativa di tumori al colon-retto, coadiuvando i benefici dello screening.

Già nel 2010 uno studio dell’Università di Oxford condotto su 25.000 pazienti mostrò una riduzione di almeno un quinto del tasso di morte per tumori comuni, indipendentemente dal sesso, nelle persone che avevano assunto aspirina per un periodo tra i quattro e gli otto anni.

L’aspirina è un farmaco anti-infiammatorio non steroideo (FANS) usato anche come analgesico per dolori lievi e antipiretico. Da tempo se ne conoscono gli effetti anti-aggreganti: ha, infatti, un effetto fluidificante sul sangue che ne ha suggerito la prescrizione in funzione preventiva contro gli attacchi cardiaci, sia come terapia a seguito di un evento ischemico non emorragico di non particolare gravità. Purtroppo, ha anche effetti collaterali tra cui gli abbastanza comuni bruciori di stomaco e una maggiore incidenza di emorragie e anemia, proprio per i suoi effetti anti-aggreganti.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia.

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu