fbpx
Caricamento

Type to search

Brescia Medicina Notizie Locali Lombardia Senza categoria Top

Fondazione Spedali Civili: un robot per le chemioterapie antiblastiche

Redazione 17 Gennaio 2019
Social

Il dott. Tullio Elia Testa, Direttore della Farmacia Ospedaliera della ASST Spedali Civili, ha presentato al Consiglio le peculiarità del primo progetto che la Fondazione ha inteso patrocinare e cioè del “Robot per l’allestimento delle chemioterapie antiblastiche”.

Nel 2018 sono stati ben 53.000 gli allestimenti di terapie antiblastiche che hanno coinvolto quasi 30 divisioni ospedaliere dei Presidi Spedali Civili, Gardone Valtrompia, Montichiari ed Ospedale dei bambini.

Ad oggi la preparazione della chemioterapie antiblastiche è eseguita manualmente dal personale della Farmacia  Ospedaliera con il supporto di procedure, protocolli e software che consentono di eliminare l’errore dovuto a operazioni di tipo ripetitivo, di garantire la tracciabilità del processo e di controllare l’appropriatezza prescrittiva. Si evidenzia come ogni sacca allestita sia assolutamente personalizzata poiché il contenuto è studiato in base alle caratteristiche specifiche del singolo paziente.

Tale produzione di farmaci, che avvicina la farmacia del nosocomio bresciano ad una vera industria farmaceutica, con l’ausilio di un sistema robotico che permetterà un salto di qualità nella assoluta garanzia di efficacia e sicurezza per i pazienti riducendo possibili errori nella fase di preparazione delle sacche personalizzate contenenti gli antiblastici (tracciabilità completa del lotto, scadenza, targatura, gravimetria). Inoltre consentirà l’avvio di dinamiche di razionalizzazione e riduzione dei costi del materiale farmacologico utilizzato.

Questa  strumentazione permetterebbe agli Spedali Civili di affiancarsi ad altri prestigiosi nel mondo che utilizzano tale metodica quali, ad esempio, l’Ospedale Universitario Yohns Hopkins di Baltimora, il Samsung Medical Center di Seul e la Clinica Universitaria di Monaco di Baviera.

La spesa per questo investimento è di circa 400.000 euro.

È possibile aderire alla Fondazione come Socio Partecipante: le modalità di adesione sono illustrate sul sito della Fondazione, raggiungibile al seguente indirizzo www.fondazionespedalicivili.it dove è possibile trovare ogni informazione necessaria per fare una donazione  e inviare richieste a info@fondazionespedalicivili.it e al numero di telefono 030.399593. L’istanza prevede il versamento di una quota una-tantum di euro in euro 1.000 (categoria persone fisiche), euro 2.000 (categoria associazioni che già operano con gli Spedali Civili), euro 5.000 (categoria associazioni ed enti), euro 10.000 (categoria persone giuridiche).

La qualifica di Socio Partecipante dara’ diritto all’ammissione all’ Assemblea dei Soci Partecipanti.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia

Fonte: comunicato ASST Spedali Civili

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu