fbpx
Caricamento

Type to search

Ricerca

Ricerca – Snidato l’HIV dalle cellule grazie alla tecnologia CRISPR

Giovanni Deleo 5 Maggio 2017
Social

In potenza, sarebbe un gran passo avanti nell’eradicazione dell’AIDS: scienziati hanno scoperto che possono snidare con successo il virus HIV dalle cellule di un topo usando la tecnologia CRISPR / Cas9.
Ad oggi, per togliere la possibilità al virus di replicarsi, i pazienti devono ancora usare una preparazione di farmaci anti-retrovirali comunque tossica (anche se molto meno di pochi anni fa, ndr). La tecnologia CRISPR / Cas9 può essere programmata per eliminare qualsiasi codice genetico nel corpo con precisione da “taglio sartoriale”, incluso eventualmente tutto il DNA HIV-1 all’interno del corpo. E se si “taglia” il DNA, si impedisce al virus di eseguire copie di se stesso.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Molecular Therapy. Questo team di ricercatori è il primo a mostrare come l’HIV possa essere completamente annientato dal corpo utilizzando il metodo CRISPR. I primi risultati sono impressionanti: dopo un solo trattamento, gli scienziati hanno potuto mostrare che la tecnica aveva rimosso con successo tutte le tracce dell’infezione all’interno di organi e tessuti del topo.
Tuttavia, non è una soluzione permanente e siamo ancora al primo stadio di sperimentazione animale, sui topi. Ma, se gli scienziati avessero la possibilità di replicare i loro risultati, la tecnica potrebbe muoversi verso la tappa della sperimentazione umana.

La fase successiva sarebbe quella di ripetere lo studio sui primati, un modello animale più adatto dove l’infezione da HIV provoca la malattia, al fine di dimostrare ulteriormente l’eliminazione del DNA HIV-1 nelle cellule T latenti infettate e in altri siti rifugio per HIV-1, incluse le cellule cerebrali “, afferma il Dr. Khalili, coautore dello studio, in una dichiarazione. “Il nostro obiettivo finale è uno studio clinico in pazienti umani”.

fonte: techcrunch.com (in inglese)


ti piace tisostengo? metti like alla nostra pagina facebook!

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu