fbpx
Caricamento

Type to search

Comunicazioni Milano e Hinterland Notizie Locali Lombardia

Mario Negri: il Prof. Remuzzi nuovo direttore

Redazione 2 Luglio 2018
Social

il Prof. Giuseppe Remuzzi, coordinatore scientifico delle attività di ricerca dell’Istituto a Bergamo, è il nuovo Direttore dell’Istituto Mario Negri. Succede al Prof. Silvio Garattini, che fondò l’istituto ormai 57 anni fa grazie alla volontà di Mario Negri, storico gioielliere e filantropo milanese. Il Prof. Garattini ha assunto ora la carica di Presidente del CdA.

Il fine dell’Istituto è quello di contribuire alla difesa della salute e della vita umana. Ha iniziato la sua attività a Milano nel 1963 con un gruppo di 22 persone e oggi ha tre sedi: Milano, Bergamo e Ranica (BG), dove lavorano circa 750 persone. I settori di interesse riguardano: il campo delle malattie cardio-vascolari, psichiatriche/neurologiche e tumorali, a cui si sono aggiunti: ambiente e salute, malattie renali, trapianti d’organo, malattie rare, adattando le nostre ricerche agli sviluppi tecnologici. All’inizio del 2013, l’Istituto è stato riconosciuto come IRCCS, Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, per la farmacologia e la sperimentazione clinica delle malattie neurologiche, rare e ambientali. Oltre alla ricerca, l’Istituto svolge anche un’intensa attività di formazione per tecnici di laboratorio e ricercatori laureati. Contribuisce inoltre con molteplici iniziative alla diffusione della cultura scientifica in campo biomedico, sia in senso generale che a specifico sostegno della pratica sanitaria, per un uso più razionale dei farmaci. I risultati ottenuti dai ricercatori dell’Istituto Mario Negri sono raccolti in oltre 15.000 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali tanto che tra i primi 50 ricercatori italiani di tutte le discipline scientifiche più citati nel mondo, quattro hanno lavorato o lavorano presso l’Istituto.

Fonte: comunicato Istituto Mario Negri. Foto: Wikimedia

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia.

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu