fbpx
Caricamento

Type to search

Comunicazioni Notizie Locali Lombardia Top Varese

Varese: il lago verrà finalmente risanato

Redazione 14 Aprile 2019
Social

Il Lago di Varese, 15km quadrati di superficie, ha un problema da più 50 anni di eutrofizzazione (dato dal tanto fosforo nell’acqua): una presenza importantissima di alghe che con la loro fioritura riducono la biodiversità e lo rendono non balneabile. Insieme con i laghi Maggiore, di Comabbio, di Lugano, di Ganna, di Ghirla e di Monate fa parte dei cosiddetti Sette Laghi della provincia di Varese.

È notizia di questa settimana l’intenzione da parte della Regione di porre finalmente rimedio e risanarlo con un investimento di 6 milioni di euro in tre anni. Segue comunicato e una intervista molto interessante al biologo Roberto Cenci (link al testo dell’intervista in fondo all’articolo).

12 aprile 2019 – Il presidente della Regione Lombardia e l’assessore all’Ambiente e Clima hanno sottoscritto l’Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale per la ‘Salvaguardia e il risanamento del lago di Varese’.

IL PRESIDENTE: 6 MILIONI IN 3 ANNI – “Il progetto presentato è ambizioso – ha detto il presidente – ma sicuramente realizzabile. Abbiamo voluto mettere il problema del risanamento del lago al centro delle nostre politiche attraverso questo Accordo Quadro e un finanziamento di circa 6 milioni di euro in tre anni. Preferisco non fissare una data perché il lavoro da realizzare è complesso, ma quel che è certo che l’obiettivo sarà raggiunto e le acque torneranno, finalmente, ad essere limpide”.

La firma dell’Accordo fa seguito alle riunioni della segreteria tecnica e all’approvazione della delibera con il contenuto dello schema di accordo e allo stanziamento di 5.85 milioni di euro distribuiti su tre anni.

ASSESSORE: ENTRO MAGGIO FIRMEREMO ACCORDI COLLABORAZIONE – “Le prime attività operative cominceranno da subito – ha aggiunto l’assessore all’Ambiente e Clima – entro maggio firmeremo gli accordi di collaborazione necessari che saranno avvio alle attività di monitoraggio del lago con il posizionamento delle boe che ci consentiranno di fare un’analisi puntuale dei dati già nel corso dell’estate. Un risultato importante e per questo voglio ringraziare tutti coloro che si sono impegnati, collaborando al raggiungimento di questo obiettivo che porterà ricadute positive per il nostro territorio”.

Sarà anche monitorato il sistema fognario e, man mano che i comuni segnaleranno le situazioni di criticità, cominceranno anche gli interventi (verosimilmente già entro la fine dell’anno). Successivamente si procederà con l’attività di comunicazione e una valutazione sull’implementazione del servizio di navigazione elettrica. Il progetto di prelievo ipolimnico sarà ‘sdoganato’ dalla provincia di Varese entro la fine di quest’anno per essere poi attivato entro il 2021.

Fonti: Lnews, cielosumilano.blogspot.com, Wikipedia

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu