Caricamento

Type to search

Top Wellness

Consigli per correre al freddo in sicurezza

Redazione 2 dicembre 2018
Social

Cosa fa un corridore quando le giornate si accorciano, la temperatura scende sotto lo zero e rimanere all’aperto per un certo periodo di tempo diventa decisamente spiacevole?

Alcune persone non vogliono sfidare il gelo invernale e preferiscono spostare i loro allenamenti in casa per i mesi più freddi. Passare dalla corsa al fitness in inverno può essere una buona opzione: può aiutare a evitare infortuni, diventare un atleta più completo e prevenire il “burnout dei corridori” (perdere motivazione, sentirsi stanchi, non riuscire più a migliorare…).

Ma la verità è che durante la pausa dalla corsa la forma fisica probabilmente soffrirà un po’. E ci sono persone che adorano troppo troppo la corsa all’aria aperta per rinunciarci, anche solo per qualche mese. Quindi, per chi fosse determinato a mantenere il proprio regime di corsa per tutto l’inverno, ecco qualche consiglio utile.

  1. Vestirsi in modo appropriato
    Pare ovvio, ma può essere difficile capire la giusta quantità di vestiti quando ci si allena. D’istinto si potrebbe pensare di vestirsi a strati. Se ci si copre eccessivamente, si comincerà a cercare disperatamente di togliersi alcuni di questi strati dopo i primi due o tre chilometri, quando la temperatura corporea inizia ad aumentare.
    Una buona regola è vestirsi come se ci fossero 10 gradi in più e indossare strati traspiranti capaci di non fare accumulare il sudore e favorirne l’evaporazione. Avere un buon paio di guanti, scalda-orecchie, un cappello da indossare senza esagerare con i top, i pullover e le giacche da corsa è spesso la scelta migliore. Una piccola furbizia è infilare alcuni fazzoletti di carta nei guanti durante una corsa perché prima o poi il freddo farà colare il vostro naso. Ottima idea anche portare il balsamo per le labbra.
  2. Correre su sentieri ben illuminati e dalla pavimentazione omogenea
    È probabile che la maggior parte delle volte si dovrà correre prima o dopo il lavoro, quindi almeno una parte della corsa sarà al buio. Per correre al buio è bene assicurarsi di indossare indumenti luminosi e riflettenti, correre su sentieri ben illuminati e, se è molto buio, indossare un proiettore o comunque una fonte di luce. Per maggiore sicurezza, sempre meglio correre dove ci sono altre persone in giro: meglio non essere soli su sentieri bui. In caso di intemperie come pioggia o neve fare molta attenzione al ghiaccio o ai sentieri non asfaltati.  Se necessario, ci sono vari dispositivi per le tue scarpe che vanno da punte e impugnature attaccabili a supporti di stabilità incorporati, tutti finalizzati a dare trazione per poter stare al sicuro su superfici scivolose.
  3. Cambiare i propri obiettivi
    A meno che non ci si stia allenando per una gara primaverile, l’inverno non è il momento migliore per portare la propria forma fisica al “livello successivo”. Ascoltare le stagioni non è mai una cattiva idea: meglio concentrarsi sul mantenimento della propria forma fisica piuttosto che spingere il proprio corpo a correre molto più velocemente o più a lungo. Mantenendo una forte base di corsa per tutto l’inverno sarà più facile cambiare marcia quando arriverà la primavera.
  4. Rimanere motivati
    Può essere difficile uscire dalla porta per correre quando tutto ciò che si vuole fare è rannicchiarsi sotto una coperta con una tazza di cioccolata calda. Se si desidera mantenere costante la propria attività è necessario in primis trovare delle motivazioni serie: scegliere una playlist con cura, regalarsi un “premio” al proprio ritorno o quando non ce la si fa proprio a trovare la forza da soli correre con un amico.
  5. Gestire il freddo
    Provate a pianificare la corsa in modo da correre controvento all’inizio e a favore di vento sulla via del ritorno. In questo modo, non si perderà troppo calore nella seconda parte della corsa e mentre ci si raffredda. È anche importante essere consapevoli del fatto che correre al freddo può essere pericoloso se non si adottano le precauzioni necessarie: tenere mani e piedi caldi, ridurre al minimo la quantità di pelle esposta. Dopo la corsa mai restare con i vestiti sudati, soprattutto fuori: la temperatura corporea può raffreddarsi molto rapidamente, causando malanni. Meglio ancora, fare subito una doccia calda dopo la corsa, soprattutto se mani e piedi sono diventati particolarmente freddi.
  6. Capire quando stare a casa
    A volte il rischio di esposizione al freddo e congelamento è troppo alto ed è molto più intelligente rimanere in casa, specialmente quando le temperature scendono parecchio sotto lo zero. Quando fa troppo freddo o il percorso è troppo ghiacciato, sempre meglio correre in casa su un tapis roulant o sulla pista di un campo sportivo al chiuso difficili da trovare in Italia) o fare un corso di fitness in palestra.

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia

 

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu