fbpx
Caricamento

Type to search

Medicina Milano e Hinterland Notizie Locali Lombardia Top

San Raffaele: vicino alle donne con sclerosi multipla, anche in gravidanza

Redazione 29 Marzo 2019
Social

Il Centro Sclerosi Multipla del San Raffaele ha ricevuto ieri, in Sala Pirelli di Regione Lombardia, un riconoscimento nell’ambito del progetto “Una cicogna per la sclerosi multipla” promosso da Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, per l’attenzione rivolta alle donne con sclerosi multipla che desiderano diventare mamme.

L’iniziativa è patrocinata da AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, e SIN, Società Italiana Neurologia e ha l’obiettivo di spiegare che la malattia non deve essere considerata un ostacolo alla maternità, indicando in quali centri si può trovare un supporto multidisciplinare in fase preconcezionale e per tutta la durata della gravidanza.

Il Centro di Sclerosi Multipla dell’IRCCS Ospedale San Raffaele dispone di un punto di ascolto dove le donne con sclerosi multipla che desiderano intraprendere una gravidanza possono recarsi per avere informazioni sull’assunzione di farmaci per la SM in gestazione, sulle dinamiche del parto e dell’allattamento. Al Centro, le pazienti vengono seguite in sinergia con gli specialisti di altre unità operative, in base alle problematiche presentate. Inoltre, per chi lo desidera, è presente un servizio di sostegno psicologico.

«La sclerosi multipla colpisce principalmente i giovani adulti e, di questi, 2/3 sono donne nel pieno della loro attività lavorativa, sociale e di pianificazione familiare. La possibilità di diventare madri va sostenuta perché la malattia lo permette nella maggior parte dei casi» spiega la dottoressa Lucia Moiola, coordinatrice attività area Centro Sclerosi Multipla-Neurologia-Ambulatori dell’IRCCS Ospedale San Raffaele «È importante che ci sia un programma di sensibilizzazione perché sempre più donne con SM chiedono di poter vivere la propria vita in ogni aspetto, compreso il progetto di una famiglia, mentre fino a vent’anni fa veniva negata loro questa possibilità ».

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia e a Torino

Vuoi segnalarci la tua iniziativa?
Deve essere legata alla salute in Lombardia, ma soprattutto UTILE. Mandaci il comunicato stampa a redazione@tisostengo.it, se rispetterà le nostre linee guida verrà pubblicato su Tisostengo!

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu