fbpx
Caricamento

Type to search

Rubriche Top

La Posta di Elisa: come accettare l’intimità dei propri genitori?

Elisa Psicologa 15 Luglio 2019
Social

Immaginare l’intimità dei propri genitori può essere molto difficile ma questa è presente per tutta la vita. Come può un figlio affrontare ed accettare le novità nella vita dei genitori?

Gentile Dott.ssa Elisa,
mi chiamo Chiara, sono la figlia di un uomo di 75 anni che mi sta facendo preoccupare molto. Mio padre si è iscritto ad un sito di incontri e sembra stia uscendo con delle donne molto più giovani di lui. Sono preoccupata perché potrebbe cadere in situazioni pericolose, dove l’intento di queste donne potrebbe essere quello di portargli via i suoi averi. Come posso impedirglielo o metterlo in guardia? Con me non vuole parlare.
Chiara, Brescia

Cara Chiara,

la sua domanda è molto interessante perché permette di riflettere su differenti tematiche.

Sembra molto difficile immaginare l’intimità dei propri genitori, anche da adulti, ma questa è presente durante tutto l’arco di vita, quindi dovrebbe poter essere considerata e accettata.

Elisa Bonomessi, la posta di elisa

I nuovi mezzi di comunicazione facilitano i contatti tra le persone che, in questo modo, possono sentirsi meno sole. La possibilità che possono offrire ha però lo svantaggio di non sapere sempre o in modo diretto l’intenzionalità dell’interlocutore.

Suo padre, probabilmente, ha trovato uno strumento per abbattere delle barriere che possono essere fisiche, come le distanze da percorrere, oppure caratteriali, come la timidezza o l’incertezza nell’approccio iniziale. Rimanere, però, in contatto con persone e poter scambiare opinioni e idee può essere un modo per sentirsi ancora energici e vivi, magari dopo aver interrotto una carriera lavorativa o aver perso il coniuge. Se a questo si aggiunge la possibilità di entrare in una relazione più intima ci si può sentire più efficaci e attivi, aumentando la percezione del proprio benessere.

La sua preoccupazione può apparire comprensibile, in quanto non può conoscere le intenzioni di queste donne, ma potrebbe essere vissuta da suo padre come intrusiva o eccessiva perché in questo modo il messaggio che veicola è quello di un uomo incapace di valutare le situazioni, impulsivo o non attraente. Inoltre, la sua apparente mancanza di fiducia, potrebbe essere vissuta come un’incapacità di prendere in considerazione le sue esigenze e i suoi bisogni, che possono modificarsi col tempo ma rimangono quelli di un uomo adulto.

Concludendo, si può presupporre un maggior pericolo di coercizione in rapporti nati senza un contatto diretto ma bisogna restituire la capacità di presa di decisione, in una persona, durante tutta la sua vita, a meno di impedimenti reali, e una curiosità verso la scoperta di un’altra fase della propria vita che può regalare esperienze piacevoli e intense. La sua posizione, come figlia, potrebbe allora essere quella di voler condividere, senza entrare in un’ottica giudicante o preoccupata, le novità nella vita di suo padre.

Elisa

Per leggere tutti gli articoli della rubrica clicca qui

Quello che leggi ti è utile? Regala un like alla nostra pagina Facebook e iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre informato sulle novità in Lombardia e a Torino

La Posta di Elisa è la rubrica del lunedì di Tisostengo. 
Per le vostre domande potete scrivere a LaPostaDiElisa@Tisostengo.com

Tags:

Potrebbe interessarti

Menu