fbpx
Caricamento

Type to search

Assistenza Medicina Rubriche Top

Alzheimer, suggerimenti per la gestione dei comportamenti problematici

Silvia Farina 17 Ottobre 2019
Social

Quando una persona ha una demenza, una o più aree del cervello sono danneggiate. Può quindi mostrare i seguenti comportamenti:

– Irrequietezza – Vagabondaggio – Imprecazione – Umore depressivo – Aggressione – Disinibizione – Pedinamento – Allucinazioni – Agitazione – Ansia – Delirio – Illusioni

I caregiver sono incoraggiati a considerare la demenza come una fragilità da affrontare con pazienza e comprensione. Alle persone affette da demenza il più delle volte sfugge il senso delle parole che vengono loro rivolte e dinnanzi al tentativo di “farli ragionare”, che viene spontaneo a qualsiasi interlocutore, tendono ad innervosirsi ulteriormente, esasperando la tensione: loro infatti  percepiscono le emozioni dei loro interlocutori (nello specifico se sono stressati o nervosi o annoiati) attraverso  il linguaggio del corpo, il tono della voce e le espressioni facciali.

La società americana HOME INSTEAD SENIOR CARE è il più grande operatore al mondo nell’assistenza domiciliare (non medica e non infermieristica), presente in 18 nazioni con oltre 1000 agenzie. In Italia ha iniziato Torino nel 2011 e da diversi anni è attiva anche a Milano : lavora con CAREGiver® assunti direttamente dall’agenzia.

Informati qui

Se ci pensiamo è quanto accade ai bambini: mio fratello si divertiva quando ero molto piccola a darmi dello scorfano e io che non sapevo che fosse un pesce orrendo restavo incantata dalla dolcezza del volto e della voce con cui si rivolgeva a me! Al contrario mi poteva dire che ero bellissima, ma con durezza e aggressività e mi mettevo a piangere! Il codice di comunicazione di quando ero piccola e non capivo il significato di tutte le parole è lo stesso delle persone con demenza: provare per credere!

È molto importante stabilire un contatto “empatico” per entrare nel mondo della persona affetta da demenza, dato che la malattia le impedisce di dare senso al presente e spesso la persona trova conforto e rifugio nella propria realtà e nel proprio passato. 

Silvia Farina Home instead - scelta badante alzheimer
Silvia Farina

Spesso perdono la memoria a breve termine, ma continuano a possedere memoria a lungo termine o ricordi del loro passato lontano, perciò musica, oggetti o ricordi della giovinezza possono aiutarle a sentirsi bene in un mondo che spesso trovano disorientante.

homeinstead
Tags:

Potrebbe interessarti

Menu